Altri sport

Volley, Europei femminili: Italia - Russia per il sogno semifinale

Superata la Croazia per 3-0 con una reazione d'orgoglio, le azzurre affrontano oggi le campionesse in carica

italia europei volley femminile

Piero Giannico

-

Probabilmente Yuri Marichev, il sergente di ferro alla guida della Russia, avrebbe preferito affrontare la Croazia e non l’Italia nei quarti di finale di un campionato Europeo di volley femminile sempre più entusiasmante. Ma per fortuna le azzurre, dopo aver preso tre ceffoni dall'Olanda nel match decisivo della fase a gironi, hanno avuto un'immediata reazione riservando a loro volta lo stesso trattamento (3-0) alla volitiva Croazia nei playoff "dentro o fuori" cui accedevano tutte le seconde e le terze classificate dei vari gironi.

Più è difficile, meglio è
Ormai è acclarato: quest'Italia diventa più forte nelle difficoltà, assumendo caratterialmente le sembianze del suo coach. Così, dopo una partenza non certo esaltante nel primo set (4-7), ecco la regista Eleonora Lo Bianco andare a variare la distribuzione dei palloni, permettendo a Valentina Diouf di incidere finalmente sulla partita e all'Italia di chiudere il primo set per 25-22 con punto di Lucia Bosetti.

Dopo di che, con il match che offre contenuti tecnici interessanti, soprattutto nella correlazione muro-difesa che diventa l’arma in più della truppa azzurra, la Diouf sale ancora di giri, mentre Martina Guiggi e Cristina Chirichella si divertono a muro (14 totali quelli dell’Italia) e la squadra di Marco Bonitta vola sul 2-0 (25-21). L’approccio mentale al terzo set mette quindi in evidenza un’Italia più matura e cinica in attacco e molto reattiva in seconda linea, dove Monica De Gennaro gira con l’83% di ricezione positiva, mentre il supporto di Lucia Bosetti nella fase della ricostruzione permette a Lo Bianco di giocare con la "palla in testa".

Risultato dall'altra parte della rete: la Croazia esce velocemente dalla partita, crolla in ricezione (32% perfetta) e in attacco non va oltre uno striminzito 34%. Poca roba per battere l’Italia, con la Diouf a raccogliere 20 punti in tabellino e pure una strigliata del ct in uno degli ultimi time-out che la fa tornare in campo ancora più motivata, finché i due punti conclusivi a firma della Guiggi chiudono set (25-20) e partita.

Ora le campionesse in carica
Italia-Russia, quindi, con il quarto di oggi alle ore 17 (diretta RaiSport) che sarà una sfida tra alcune delle stelle più forti d’Europa: Valentina Diouf contro la fortissima Natalia Goncharova Obmochaeva, Lucia Bosetti contro Tatiana Kosheleva. E poi ovviamente Yuri Marichev contro il coach azzurro Marco Bonitta, che conosce come le sue tasche e anche per questo teme. Si gioca a Rotterdam, nello Sportpaleis Ahoy che vivrà tutta la fase finale dell’Europeo 2015, organizzato congiuntamente da Olanda e Belgio. La speranza è che l'Italia abbia modo di viverne a lungo l'atmosfera...

© Riproduzione Riservata

Commenti