Vela, Soldini e Maserati pronti a un 2014 da record

Il navigatore italiano presenta a Montecarlo le nuove sfide al timone del WOR70. A partire da una regata oceanica con Pierre Casiraghi

Il WOR70 Maserati salpa con Giovanni Soldini al timone verso un 2014 di regate oceaniche.

Damiano Iovino

-

Giovanni Soldini torna in mare nel 2014 a caccia di nuovi record con il WOR70 Maserati, a bordo del quale l’anno scorso ha stabilito il primato sulla Rotta dell’Oro, tra New York e San Francisco in 47 giorni e 42 minuti.

Soldini ha presentato oggi a Montecarlo le prossime sfide nella sede dello Yacht Club di Monaco, insieme con Pierre Casiraghi, il figlio di Carolina di Monaco, che farà parte dell’equipaggio protagonista della prima avventura velica dell’anno prossimo: la Cape2Rio, che partirà il 4 gennaio 2014 da Cape Town, in Sudafrica, con destinazione Rio de Janeiro, in Brasile. Giunta alla 14ma edizione, 3.300 miglia di percorso, questa regata è già stata in passato un banco di prova per alcuni dei più grandi velisti, dal francese Eric Tabarly all'italiano Giorgio Falck.

La seconda e più impegnativa sfida di Maserati sarà il tentativo di record sulla traversata atlantica da New York a Lizard Point, in Cornovaglia. Soldini e il suo equipaggio saranno in stand by a New York da maggio, in attesa della finestra meteo utile per battere il record dei monoscafi  stabilito nel 2003 da Mari-Cha IV di Robert Miller, uno schooner di 140 piedi (il doppio di Maserati) che ha percorso 2.952 miglia nautiche da New York all'Europa in 6 giorni, 17 ore, 52 minuti e 39 secondi, con una media di 18,5 nodi. "L’anno scorso dopo pochi giorni di navigazione avevamo già un enorme vantaggio su Mari-Cha", racconta Soldini, "poi le condizioni meteo ci hanno traditi. Ma quest’anno siamo molti motivati e sappiamo che possiamo farcela: partiremo più tardi rispetto all’anno scorso, così da ridurre il rischio di incontrare iceberg sulla nostra rotta".

"Maserati oltre a essere una barca da regata, è una piattaforma per l’immagine dell'azienda main sponsor della barca", prosegue il navigatore: "per questo siamo salpati da Honolulu per portare questo marchio famoso in alcuni paesi asiatici e, visto che sulla rotta di ritorno c’era Cape Town, ho deciso di partecipare alla Cape2Rio, una regata che ho sempre sognato di fare". In questo caso il record da battere è 12 giorni, 6 ore e 4 minuti, stabilito nel 2000 da Zefirus. 

Pierre Casiraghi, 26 anni, per l'occasione compagno di Soldini, ha vinto quest’anno la regata Palermo-Montecarlo e spesso regata sullo splendido Tuiga, la barca d’epoca del principe Alberto, ma è alla sua prima regata oceanica: "Da un punto di vista mentale sarà difficile restare così a lungo in barca, ma sarà emozionante correre con un equipaggio di grandi professionisti: come per chiunque faccia sport, la sfida personale sta allora nel dimostrare a se stessi di essere in grado di raggiungere un obiettivo". A invitarlo per questa esperienza è stato il presidente della Fiat John Elkann, di fatto l’armatore della barca, che l’anno scorso ha partecipato su Maserati alla TransPac, nell’Oceano Pacifico, coprendo la rotta da Los Angeles a Honolulu. 

© Riproduzione Riservata

Commenti