Giraglia Rolex Cup 2013: vele su Genova!

Partite a mezzogiorno da Saint-Tropez, circa 200 imbarcazioni si danno battaglia facendo vela sul capoluogo ligure. L'arrivo è previsto nel pomeriggio di giovedì

Circa 200 imbarcazioni, 242 miglia marine da Saint-Tropez a Genova: è la Giraglia Rolex Cup 2013. (credits: Ansa)

Damiano Iovino

-

St. Tropez, 19 giugno. A mezzogiorno in punto un colpo di cannone ha dato il via alla regata lunga della 61a Giraglia Rolex Cup. Delle 226 barche che hanno partecipato alle regate costiere, circa 200 affrontano le 242 miglia marine sulla rotta che porterà la flotta prima verso Les Formigoues, poi verso la Corsica, allo scoglio della Giraglia, per puntare infine su Genova, verso il traguardo posto davanti alla storica sede dello Yacht Club Italiano, il più antico circolo velico del Mediterraneo che dal 1953 organizza questa regata con i francesi.

Viste le previsioni meteo, che annunciano venti moderati, è difficile che quest'anno possa essere battuto il record di 14 ore 56 minuti e 16 secondi stabilito lo scorso anno da Esimit Europa, in condizioni di vento molto forte sin dalla partenza. I broker puntano sulla vittoria in tempo reale del Wally Magic Carpet 3 dell'inglese Lyndsay Owen Jones, ex patron di L'Oreal. Un maxi largo il doppio di una barca normale, 30 metri di eleganza e potenza pura che, per quanto vantaggio possa acquisire sulla flotta non avrà la vittoria assoluta: le regole della compensazione, che consentono a barche diverse tra loro di correre insieme, penalizzano infatti i "mostri da corsa" come Magic Carpet 3.

Tra le candidate alla vittoria c'è anche Near Miss, il TP52 francese che l'anno scorso ha vinto in tempo assoluto, malgrado fosse arrivato ore dopo Esimit Europa. Nelle regate costiere si sono distinte due barche russe, Natalia e Synfony, segno che anche nella vela i ricchi russi stanno cominciando a segnare punti importanti. Occhi puntati anche sulla barca Solleone di Leonardo Ferragamo, uno Swan di oltre 27 metri con a bordo un altro veterano di Coppa America, Tommaso Chieffi.  

C'è spazio per tutti e, del resto, la caratteristica della Giraglia è proprio quella di mettere insieme grandi professionisti (come ad esempio l'ex skipper di Luna Rossa Francesco de Angelis, ora al comando di B2, o il neozelandese Brad Butterworth, plurivincitore di Coppa America e oggi tattico su Jethou del baronetto inglese Peter Ogden) e "marinai della domenica" animati da grande passione. Malgrado la crisi, quest'anno sono poi anche ricomparsi i maxi yacht e ce ne sono una ventina di lunghezza superiore a 20 metri. 

Lunedì la notte di St. Tropez è stata animata dalla festa organizzata da Rolex per gli equipaggi. Più di 2.000 persone hanno invaso il villaggio creato davanti al porto: fuochi d'artificio, salsicce e champagne, danze sfrenate al ritmo di una band di dieci elementi. Una sfida interminabile tra le mogli degli armatori e le giovani bellezze locali, che tengono vivo il mito del paese di Brigitte Bardot, sotto lo sguardo compiaciuto di centinaia di giovani velisti. I più veloci dei quali sono attesi a Genova per il pomeriggio di giovedì.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Vela: al via la Giraglia Rolex Cup 2013

226 imbarcazioni si stanno sfidando nella baia di Saint Tropez prima di prendere il largo per la regata lunga, con partenza mercoledì per Genova. Le immagini della sfida

Commenti