fabio_fognini
Altri sport

Tennis: Fognini esce (a testa alta) dagli Internazionali

L'italiano eliminato al tie break del terzo set da Tomas Berdych , che nei quarti affronterà Roger Federer

Sarà Tomas Berdych, e non - come tutto il Foro Italico aveva sperato - Fabio Fognini, l'avversario di Roger Federer nei quarti di finale degli Internazionali. Nonostante sulla fine del match, in un moto di ottimismo e visto l'andazzo dell'incontro (l'italiano era in trance agonistica, tutto drop shot  e vincenti), le bandiere tricolori già sventolassero, insieme ai cartelli con scritto Forza Fogna e NMM (quel "Non mollare mai", che è diventato il mantra del tennista di Sanremo), la vittoria è andata nel terzo set al ceko appena diventato numero 4 del mondo.

Colpa di una volèe di rovescio uscita di un soffio, all'inizio del tie break, che ha interrotto la serie di colpi da maestro con cui Fognini aveva incantato il pubblico del Pietrangeli, rimontando da 6/3, 2/0. Il secondo set era andato poi via facilmente (6/3) e nel terzo i due si sono tallonati fino al tie break, con papà Fulvio Fognini in piedi ad incitare il figlio, la mamma inchiodata dall'emozione sugli spalti e la fidanzata Flavia Pennetta che lo seguiva a bordo campo.

"La sconfitta brucia, e a Roma brucia due volte",  ha commentato Fognini in conferenza stampa, "ma non credo di dover recriminare nulla, ho gestito bene tutto e al tie break ho sbagliato giusto una volèe non facile. Esco da questo torneo a testa alta".

Il torneo (che intanto ha perso per strada Andy Murray, ritirato) adesso resta senza italiani, ma Fognini -quello che non tira più racchette (neanche una volta in tre pesanti set) - è definitivamente entrato nel cuore del pubblico tricolorore, con cui non aveva avuto, negli anni passati, un grande feeling: "Ho sentito il pubblico davvero vicino, mi ha aiutato molto". E adesso c'è Parigi:"Vedo il Roland Garros con grande positività, mi sento in forma".

© Riproduzione Riservata

Commenti