Altri sport

Snow Volley: Cicolari-Toti vincono il primo titolo europeo

Le due italiane si laureano a Plan de Corones campionesse continentali di una disciplina sempre più seguita e riconosciuta ora dalla Cev - foto e video

snow_volley_apre

Paolo Corio

-

Quelle due enormi corna incastonate nel metallo rendono il trofeo dello Snow Volley European Tour decisamente bizzarro, ma Greta Cicolari e Giulia Toti sono felicissime di averlo alzato a quota 2.275 metri sulla neve di Plan de Corones (Bz), con i loro nomi incisi alla base a perenne memoria. E non solo perché alla sua quarta edizione il torneo ha avuto il riconoscimento della Cev (Confédération Européenne de Volleyball), conferendo così ufficialmente il titolo di campionesse d'Europa della specialità...

"L'anno scorso", racconta Greta subito dopo il successo continentale, ottenuto vincendo con la compagna del Team Nutrilite anche la tappa italiana in Alto-Adige, "ero venuta a Plan de Corones perché attirata dalla curiosità di giocare sulla neve, quest'anno invece ho deciso con Giulia di affrontare l'intero Tour dopo aver verificato che si tratta di un vero sport, dalle alte potenzialità. Tra l'altro abbiamo trovato un livello di gioco ulteriormente cresciuto e sono quindi fiera di averci messo faccia e impegno sul campo come testimonial: sarei davvero felice di vedere in futuro approdare lo snow volley alle Olimpiadi invernali e credo che in ogni caso abbia ancora notevoli margini di crescita".

 


Beacher con due titoli italiani, uno europeo e un quinto posto ai Giochi di Londra 2012 in palmares, la Cicolari non vede però grandi somiglianze tra il volley sulla sabbia e quello sulla neve: "Qui c'è più competitività, nel senso che puoi supplire a un'inferiorità tecnica con altre doti. Il beach volley è più selettivo, mentre lo snow è più simile alla pallavolo. E proprio per questo a mio avviso deve essere rivista la formula del punteggio: ora si vince il set a 11, il che - vista anche la rapidità degli scambi - rischia di andare paradossalmente a sfavorire le coppie più forti nel momento in cui non entrano subito in partita. Sarebbe allora meglio portare la vittoria del set a 15 punti per rendere le partite ancora più interessanti e consentire ai valori in campo di emergere".

Anche Giulia Toti, altra atleta di livello del beach volley europeo che ha deciso di impegnarsi seriamente nello snow dopo una "prova" nella tappa di Plan de Corones nel 2015, ha qualche suggerimento da dare per far fare un vero salto di qualità alla disciplina: "A mio avviso serve ora più attenzione ai dettagli tecnici a livello di arbitraggio, a partire dall'infrazione di doppia, proprio come avviene nel beach. E poi serve più rigore per i cambi di campo, perché si gioca all'aperto in un ambiente - quello d'alta quota - in cui il sole e il vento incidono ancora più che sulla sabbia; inoltre, la stessa tenuta della neve (si gioca indossando scarpini da calcio per avere presa sul terreno, ndr) può essere molto diversa nelle due parti del campo e anche questo è un fattore determinante. I posti dove organizzare tornei di snow volley in scenari eccezionali ci sono, il pubblico c'è e stanno aumentando anche gli atleti che vogliono provarlo: lavorare sulle regole aiuterebbe moltissimo uno sport dalle grandi potenzialità, al quale auguro davvero di poter diventare negli anni disciplina olimpica".

Su una cosa le due neo-campionesse d'Europa sono d'accordo: "Abbiamo trovato l'ambiente dello snow volley ancora più coinvolgente di quello del beach, tanto per chi assiste alle partite quanto per chi gioca. Il weekend di ciascuna tappa è una vera festa, con tanti eventi collaterali e con tanta gente disposta a farsi coinvolgere, soprattutto tra i giovani". Tra l'altro, l'atmosfera dello snow volley ha giovato alla coppia Cicolari-Toti anche per quando si saranno sciolte le ultime nevi: "Durante il Tour", racconta infatti Giulia, "abbiamo deciso di proseguire poi a giocare insieme anche sulla sabbia partecipando al Campionato italiano di beach volley indoor in programma a Spotorno dal 15 al 17 aprile, e poi - approfittando dei nostri punti internazionali e con il dovuto allenamento insieme - stiamo pensando anche di iscriverci al Campionato europeo".

© Riproduzione Riservata

Commenti