Altri sport

Samuele Papi: "Non mi ritiro dal volley"

Lo schiacciatore lascia il Piacenza ma smentisce l'addio immediato alla pallavolo

Cristina Marinoni

-

Perso l'ultimo incontro di Campionato contro Trento, Samuele Papi ha salutato tutti a Piacenza. Ma, al contrario di quanto riportato da diversi media, non c'è stata alcuna festa d'addio alla pallavolo.

Per lo schiacciatore di Falconara (339 presenze in Nazionale, con un palmarès di 2 argenti e 2 bronzi olimpici, 2 titoli mondiali e 3 europei, più 5 World League e tanto altro) non è ancora arrivato il momento di appendere le ginocchiere al chiodo: "Immagino che né io né il mio procuratore saremo subissati dalle telefonate di club interessati a me. Quante squadre vorranno accaparrarsi un 42enne? Per adesso non mi ritiro, però", dichiara il campione. "Ho bisogno di rilassarmi e godermi moglie e figli. Torno alla vita normale e, quando avrò completamente staccato il cervello dal campo, prenderò una decisione sul mio futuro".

Papi non esclude nemmeno l'ipotesi di trasferirsi all'estero, "sempre che qualche società mi cerchi; io non mi precludo alcuna strada". E poi conferma la sua idea di pallavolo, al di là del (meritatissimo) soprannome di "O'fenomeno": "Questa sera avrei potuto raggiungere 8.000 punti segnati. Mi sono fermato a 7.997 ma per me non cambia nulla, a dettagli del genere non faccio caso".

© Riproduzione Riservata

Commenti