Altri sport

Rugby: l'Italia batte la Romania e va ai Mondiali 2019

Con la vittoria per 32-22 gli azzurri danno l'addio alla Rugby World Cup inglese, ma si qualificano per quella in Giappone

italia-romania 32-22

Paolo Corio

-

Obiettivo (minimo) raggiunto: nello stadio decisamente "old England" di Exeter, l'Italia supera la Romania per 32-22 e, cogliendo il suo secondo successo nell'ora conclusa Rugby World Cup, si guadagna la qualificazione diretta ai Mondiali 2019 in Giappone.

Svaporato il sogno di approdare ai quarti, rimane così un onorevole terzo posto nel girone, alle spalle delle nettamente più forti Irlanda e Francia, capaci di regalare tutto il duro spettacolo della palla ovale al Millenium Stadium di Cardiff nel match che ha visto i verdi imporsi per 24-9 sui transalpini e conquistare così il primo posto nel raggruppamento D.

Tutto nei primi 40 minuti
Decisivo è il primo tempo, in cui una difensivamente disorganizzata e conseguentemente indisciplinata Romania lascia campo libero agli azzurri: dopo un calcio di Vlaicu che vale lo 0-3, l'Italia trova infatti con relativa facilità le mete di Sarto, Gori e Allan, che ci mette anche un calcio tra i pali (oltre a due trasformazioni) per il 22-3 dell'intervallo.

Una netta supremazia, di gioco prima ancora che di punteggio, destinata però a scemare nella seconda parte con il passare dei minuti: dopo una meta di Zanni, ancora trasformata da Allan per il 29-3, c'è infatti la reazione romena, con Apostol (due volte a schiacciare la palla oltre la linea) nei panni del "man of the match" quale viene poi effettivamente eletto. Per fortuna degli azzurri il gap è però troppo alto e il tempo troppo poco perché il 19-3 subìto nel finale possa mettere in discussione il risultato che vale un biglietto per il Giappone, con imbarco 2019.

La guida alla Rugby World Cup 2015
© Riproduzione Riservata

Commenti