Redazione

-

Oscar Pistorius è stato giudicato colpevole di omicidio volontario per aver ucciso uccise la fidanzata Reeva Steenkamp, il giorno di San Valentino 2013. La Corte Suprema di Appello sudafricana ha accettato il ricorso della procura e ha cambiato il reato di cui deve rispondere il 29enne ex atleta paralimpico da omicidio colposo a omicidio volontario, che comporta almeno 15 anni di carcere rispetto ai cinque inflittigli in primo grado.

Il giudice ha precisato che il caso sarà "rinviato a un giudice di prima istanza perche stabilisca una pena appropriata".


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Oscar Pistorius: la Fotostoria. Dagli inizi al processo

Dalle piste d' atletica all' aula del tribunale di Pretoria: breve fotostoria della parabola (discendente) di Oscar Pistorius, oro alle Olimpiadi di Londra 2012...

Pistorius: condanna per omicidio colposo

Il tribunale di Pretoria riconosce all'atleta la mancanza di volontarietà per l'omicidio della fidanzata Reeve Steenkamp - La cronaca del dibattimento  - Gli altri "gialli" dello sport 

Pistorius e gli altri: quei campioni che uccidono le donne

L'atleta sudafricano, condannato a 5 anni per omicidio, è l'ultimo di una lunga lista di sportivi che hanno assassinato mogli o fidanzate

Pistorius è già fuori. La madre di Reeva: "L'ha uccisa per gelosia"

Dopo soltanto un anno di carcere per l'omicidio della compagna, il velocista finirà di scontare la pena ai domiciliari

Commenti