Al via gli Internazionali d'Italia (senza biglietti omaggio)

Tra pochi giorni scatta il più famoso ed atteso torneo di tennis italiano con una grande novità: il taglio netto dei pass (gratis) ai soliti noti

Rafa Nadal, sicuro protagonista degli ormai prossimi Internazionali d'Italia di tennis (Credits: JEAN-CHRISTOPHE MAGNENET/AFP/Getty Images)

Antonella Piperno

-

Ci saranno tutti i re e le regine del tennis, da Roger Federer e Rafael Nadal a Maria Sharapova e Serena Williams. E forse in questa 70° edizione degli Internazionali Bnl d’Italia, in campo l’11 al 19 maggio, si potrà sperare di tifare Italia fino agli ultimi giorni: Sara Errani, Roberta Vinci e Francesca Schiavone tornata in sella con la vittoria a Marrakesh, o forse Fabio Fognini.

Ma c’è una categoria che quest’anno sarà meno visibile al Foro Italico: quella dei politici avvezzi al biglietto omaggio. Forte del supporto del neopresidente del Coni Giovanni Malagò che appena insediato ha tagliato gli ingressi gratis per i politici allo stadio Olimpico, quest’anno il numero uno della Federtennis Angelo Binaghi ha dato un’ulteriore stretta ai biglietti omaggio, che fino a qualche  anno fa si mangiavano la metà dei posti del campo centrale. Pare che tanti nomi eccellenti anche della politica si siano visti rifiutare, via mail, il magico tagliando. Non per niente (anche grazie all’aumento del 20 per cento del costo dei biglietti) Binaghi ha portato l’incasso del torneo dai due milioni di euro scarsi del 2003, anni in cui si insediò, ai 6 milioni previsti per questa edizione. A parte qualche sessione dei primi giorni, infatti, il torneo è «sold out»

Chi vorrà entrare al Foro Italico senza mettersi le mani in tasca, insomma dovrà sperare nei biglietti omaggio dei vari sponsor.

La spesa comunque vale lo spettacolo: perché oltre al torneo combined (incontri maschili e femminili in tutte le giornate) il Foro Italico merita senz’altro una visita: quest’anno i sette ettari del sito hanno acquisito fascino, con il 12 per cento degli stand in più nella zona commerciale, nuovi ristoranti e nuovi spazi in stile Wimbledon. Ma la grande novità è la riqualificazione della zona dell’aula bunker dove andò in scena il processo alle Brigate rosse per l’omicidio Moro e dove negli anni mussoliniani c’erano la sala delle Armi, la scuola di scherma e si giocava a basket. Ora la Coni servizi, riportando alla luce il mosaico e il marmo bianco, l’ha trasformata nell’«area lounge» del villaggio vip e nel futuro si trasformerà nel museo dello Sport voluto da Malagò.

Intanto ci si ballerà, a partire dall’inaugurazione di giovedì 9, quando andrà in scena il concerto di Craig David. Sabato, quando sarà anche sorteggiato il tabellone principale, si comincerà con le qualificazioni. Il torneo sarà trasmesso anche in tv, su Sky sport 2 e Sky sport 3. Una semifinale e la finale maschile andranno anche su Italia1, mentre il femminile sarà trasmesso da Supertennis.

© Riproduzione Riservata

Commenti