Altri sport

La Kostner è tornata a pattinare. La Procura antidoping apre inchiesta

La pattinatrice altoatesina, squalificata per la vicenda Schwazer, ha preso parte nei giorni scorsi a tre esibizioni. Il Coni ci vuole vedere chiaro

carolina-kostner

Redazione

-

Un atto dovuto, si dirà. La Procura antidoping del Coni ha aperto ufficialmente un'inchiesta nei confronti di Carolina Kostner per accertare possibili sue violazioni del codice Wada. La pattinatrice altoatesina - punita con 16 mesi di squalifica nel gennaio di quest'anno per complicità e omessa denuncia nel caso di doping dell'ex fidanzato e marciatore Alex Schwazer - nei giorni scorsi è tornata a esibirsi sul ghiaccio in occasione dell'Italian Summer Tour 2015, un evento organizzato dall'associazione dilettantistica Ghiaccio Spettacolo. Poteva farlo?

La Procura antidoping avrebbe acquisito una serie di documenti, tra le quali lettere, filmati, foto, comunicati stampa, post pubblicati sui social dalla stessa Kostner e da altri tesserati che hanno preso parte ai tre show, e avrebbe inviato una lettera con richiesta di chiarimenti ai vari soggetti interessati, compresi Federghiacco e Fiamme Azzurre. Qualora venissero accertate violazioni, la Kostner rischierebbe di dover tornare alla casella di partenza. Vale a dire scontare dal principio i 16 mesi di stop che le sono stati inflitti dal Tribunale nazionale antidoping nel gennaio 2015.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il cortocircuito di Malagò, presidente del Coni che difende la Kostner

Il numero uno dello sport italiano: "Coprire Schwazer? Avrei fatto come lei. Devo accettare norme con le quali non sono d'accordo"

Carolina Kostner condannata ad 1 anno e 4 mesi di squalifica

"Sono amareggiata e delusa". L'avvocato preannuncia il ricorso al Tas, l'atleta salta Europei e Mondiali 2016

La Kostner sfida l'Antidoping e si esibisce a Corvara: altra squalifica?

La pattinatrice azzurra sul ghiaccio per una manifestazione. La sua società: "Non infrante le regole". Ma adesso rischia

Commenti