Basket, serie A: imprese di Caserta e Avellino

La Juve passa a Cantù, la Sidigas batte Siena. Aiutata dal riscatto di Milano a Sassari, Varese è sempre più capolista: ecco il tabellino della 25a giornata

Il casertano Domenico Marzaioli abbracciato dai compagni dopo il libero vincente a Cantù. (Credits: Roberto Caruso / dailybasket.it)

Paolo Corio

-

Basket campano sugli scudi nella 25a giornata di Campionato, con la Sidigas Avellino che infligge a Siena la decima sconfitta stagionale e con Caserta che viola il parquet di Cantù, assicurandosi così la salvezza matematica pur tra mille difficoltà societarie (al proposito, mercoledì il primo cda dopo l'ingresso del nuovo socio di maggioranza Gianluca Galimberti dovrebbe dare qualche indicazione in più sul futuro del club). In vetta alla classifica, invece, Varese affonda Roma e con cinque partire di regular-season ancora in programma porta a 4 i punti di vantaggio su Sassari, superata in casa da un'Olimpia Milano vogliosa di riscatto dopo le recenti contestazioni dei tifosi. Ecco tutta la giornata in cifre e curiosità...

Punti. 34 quelli di Jacob Pullen per Bologna, che però ne prende 101 dall'attacco di Pesaro. 26 quelli di Keith Langford per Milano, trascinata anche da Alessandro Gentile (18).

Tiri da due. Sempre in casa Olimpia: 4/4 di Leon Radosevic a Sassari. 5/5 invece per l'altro lungo Jiri Hubalek (Umana Venezia), nel successo interno dei lagunari su Cremona.

Tiri da tre. In quel di Brindisi, 4/4 di Troy Bell per la vincente Reggio Emilia, 0/7 di Jonathan Gibson per un Enel sempre più al buio (sesta sconfitta consecutiva per la squadra di coach Piero Bucchi). 0/5 di Gigi Datome nella disfatta romana (-33) contro la capolista Varese.

Tiri liberi. Decisivo quello con cui Domenico Marzaioli, 21 anni, firma la vittoria-impresa della Juve Caserta a Cantù. Il suo coach, Pino Sacripanti, rivela in sala-stampa che i compagni lo chiamano scherzosamente "bomber": questa volta lo è stato davvero, anche perché con 8 punti ha messo a segno il suo "high" in carriera.

Rimbalzi. 18 quelli di Gani Lawall (Acea Roma), che con 9.4 a partita guida anche la classifica di specialità.

Assist. 6 di Mike Green, che innescando i compagni si fa perdonare l'1/6 nel tiro da due. 6 anche per l'altro Green (Marques), sempre più uomo-guida dell'Olimpia Milano, così come per Trey Johnson di una Biella sempre più condannata alla retrocessione.

Stoppate. Migliore del torneo è ancora Bryant Dunston (Cimberio Varese) con 2.3 a partita, seguito dal senese Benjamin Eze con 1.5.

Palle perse/palle recuperate. 25 i palloni gettati da Roma a Varese, che da parte sua guida la classifica dei recuperi con 12.3 di media. Buona difesa non mente...

Plus/minus. L'orgoglio ferito è l'arma in più di Milano nella vittoria di Sassari: vedremo se la reazione sarà a lunga gittata (leggi playoff), superando anche e soprattutto la "sindrome da Forum" che ha sinora attanagliato la squadra di Scariolo. Crisi nera invece per Cantù: "È il momento peggiore della stagione per i giocatori come per me", ha detto a fine gara un abbattutissimo Andrea Trinchieri, che con la partenza di Manu Markoishvili ha perso non solo un fuoriclasse ma anche il leader capace di spingere la squadra oltre l'ostacolo.

I risultati della 25a giornata: Banco di Sardegna Sassari-EA7 Emporio Armani Milano 79-85, Scavolini Banca Marche Pesaro-Oknoplast Bologna 101-91, Enel Brindisi Trenkwalder Reggio Emilia 69-84, Umana Venezia-Vanoli Cremona 80-74, Lenovo Cantù-Juve Caserta 65-66, Cimberio Varese-Acea Roma 81-58, Angelico Biella-Sutor Montegranaro 73-86, Sidigas Avellino-Montepaschi Siena 75-70.

La classifica: Varese 40; Sassari 36; Roma 34; Milano, Siena, Cantù 30; Reggio Emilia 28; Venezia 26; Caserta 22; Cremona, Montegranaro, Avellino,  Brindisi 20; Bologna 18; Pesaro 16; Biella 10.

Si ringrazia per le immagini il sito dailybasket.it .

© Riproduzione Riservata

Commenti