Altri sport

Basket serie A: Siena crolla ma resta prima

Mentre Hackett debutta e vince con l'EA7, i toscani franano contro Caserta. Ne approfitta però solo Roma. Il tabellino della 12a giornata

Daniel Hackett all'esordio con la maglia dell'EA7 Milano contro la Vanoli Cremona. – Credits: www.dailybasket.it  / Savino Paolella

Con 14 squadre su 16 ancora in lotta per la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia di febbraio, la classifica racconta di un Campionato quanto mai equilibrato. Lo è invece molto meno il match di Siena, in cui la capolista Montepaschi - proprio nel turno in cui Daniel Hackett fa il suo esordio vincente con la maglia di Milano - viene letteralmente travolta in casa da una sempre atletica e sempre più sorprendente Caserta.

La squadra di coach Crespi rimane però comunque in vetta alla classifica grazie alle contemporanee sconfitte di Brindisi ad Avellino, di Cantù a Venezia e di Sassari sul parquet di un'Acea Roma che - in una giornata favorevole alle sole metropoli - si arrampica così al secondo posto in classifica. Bene anche Varese, capace di reagire e interrompere la striscia negativa superando a Masnago nel posticipo serale la Granarolo Bologna.

Il tabellino della 12° giornata

Sidigas Avellino-Enel Brindisi 85-83. Un "coast to coast" finale di Cavaliero con fortunata carambola sul ferro regala ai padroni di casa la vittoria nel derby del Sud. Per gli irpini contano però anche la doppia doppia di Ivanov (25 punti, 11 rimbalzi, migliore della giornata con 38 di valutazione) e la buona prova balistica di Dean (19). Uniche caselline accese in casa Enel sono quelle di Dyson (29, con 7/9 da tre) e Snaer (18), con 10 punti anche da Bulleri.

Sutor Montegranaro-Giorgio Tesi Group Pistoia 87-93. Senza più Collins (destinato a Varese), la squadra marchigiana tira più da oltre l'arco che da sotto (39 tentativi contro 30), ma per sfortuna di coach Recalcati non tutti i suoi giocatori hanno la mira di Mitrovic (6/9 da oltre l'arco, 18 punti totali). Passa allora Pistoia grazie a un ottimo Wanamaker (23 punti e 3 assist, oltre a 10 rimbalzi che non sarebbero contemplati dal suo ruolo di play-guardia), ben spalleggiato da Washington (21) e Daniel (14 punti e 15 rimbalzi, top di giornata). In doppia cifra anche Giacomo Galanda (10). Da segnalare infine i 10 assist di Mayo (Montegranaro), record di giornata.

Acea Roma-Banco di Sardegna Sassari 72-68. A trascinare Roma nelle zone alte della classifica sono soprattutto Goss (19) e Baron (13, ancora infallibile dalla lunetta per un 25/25 totale in Campionato), ma va segnalata anche l'ottima prova di Mbakwe sotto le plance (10 punti, 13 rimbalzi). Per Sassari ci sono invece 21 punti e 4 assist di Marques Green, al quale fanno però da contraltare i soli 2 punti in 25' di Caleb Green, che non segna mai in azione (0/5 da sotto, 0/2 da oltre l'arco). Insufficienti anche i due Diener, malgrado la doppia cifra: 12 punti per Drake, ma con il 25% da tre, e 10 per Travis, con 4/10 dal campo. Molto meglio invece Linton Johnson, con 17 punti e 8 rimbalzi.

Montepaschi Siena-Pasta Reggio Caserta 60-81. Cinque giocatori in doppia cifra per Caserta, che asfalta i campioni d'Italia sul loro campo: Brooks (19 punti), Michele Vitali (15), Roberts (14), Hannah (14, più 8 assist) e Scott (13). Non può invece bastare a Siena il top-scorer Erick Green (26 punti), che trova una valida spalla nel solo Viggiano (15). Deludente invece la prova di Cournooh: 2 punti in 30' di gioco e un eloquente -3 di valutazione.

Umana Venezia-Acqua Vitasnella Cantù 84-79. Con il centro brianzolo Cusin out per un problema agli adduttori e con il suo sostituto Uter fermo a 7 punti e altrettanti rimbalzi in 32' sul parquet, Easley domina per l'Umana nell'area colorata con 16 punti, 11 rimbalzi e 5 assist che valgono 31 di valutazione. Top-scorer per coach Markovski è però Taylor (21, ma con un deficitario 4/14 da due), al quale dà man forte Andre Smith (17). Il migliore di Cantù è invece Ragland, mentre i 18 punti e 5 assist di Aradori nascondono un per lui davvero inusuale 1/7 da oltre l'arco.

EA7 Milano-Vanoli Cremona 81-66. Non sono tanto i 5 punti quanto i 6 assist in 22' a certificare l'utilità dell'arrivo di Hackett in una Milano che vince con assai più difficoltà di quanto farebbe pensare lo scarto finale. Sospinta da un super-Melli (19 punti, 12 rimbalzi), al contrario del derby contro Cantù l'EA7 distribuisce bene i punti: 17 Langford, 13 Wallace e Alessandro Gentile (con pure 3 assist), 10 Jerrels, mentre Banchi deve iniziare a pensare allo sfoltimento del roster. Cremona ha in Woodside (16) il suo top-scorer, con 12 anche da Rich e Jackson.

Victoria Libertas Pesaro-Grissin Bon Reggio Emilia 66-99. Non c'è partita per i padroni di casa (Ravern Johnson 18) contro una Reggio che alla fine manda 11 uomini a referto e può contare su un infallibile Silins: per il lettone 23 punti con 3/3 da due, 5/5 nelle triple e 2/2 liberi. I soli 3 rimbalzi del centro pesarese Anosike, leader della classifica stagionale con 12.4 di media, nascono anche dalla mancanza di palloni in aria dopo i tiri degli avversari, tra i quali brilla anche Andrea Cinciarini (18, con 6/8 da sotto e 1/2 da oltre l'arco).

Cimberio Varese-Granarolo Bologna 98-89. Top-scorer assoluto di giornata con 34 punti, Clark fa tornare il sorriso tanto ai tifosi quanto al discusso coach Frates, che ha anche 17 punti e 8 rimbalzi dal finalmente recuperato Polonara. Sotto i tabelloni bene anche Hassell (14 punti, 9 rimbalzi), mentre Banks completa l'opera dal perimetro con 12 punti. Per Bologna va sottolineata come sempre la gara di Walsh (17 punti, 8 rimbalzi e 7 assist, anche se con 4 perse nei momenti topici), mentre Hardy si infiamma nel secondo quarto (18 punti su 24 totali) ma scompare poi nella seconda, combattuta metà dell'incontro.

La classifica: Siena 18; Roma, Sassari, Brindisi, Cantù 16; Milano 14; Reggio Emilia, Venezia, Avellino, Caserta, Bologna 12; Pistoia, Varese 10; Montegranaro 8; Pesaro, Cremona 4. 

Si ringrazia per le immagini il sito dailybasket.it .

© Riproduzione Riservata

Commenti