Altri sport

Basket serie A: il tabellino della 5a giornata

Alla Cimberio il derby contro Cantù: Varese ancora a punteggio pieno insieme con Sassari. Scivola di nuovo Milano, si riscatta Siena

Bootsy Thornton: 32 punti (e tanto altro) per la capolista Sassari nella vittoria a Pesaro. (Luca Toni / LaPresse)

Come diceva Giulio Andreotti, il potere logora solo chi non ce l'ha. Il primato regala infatti ancora più energia e sicurezza alle due capolista a sorpresa: Sassari espugna il campo di Pesaro con una prestazione mostruosa di Bootsy Thornton (40 di valutazione e top-scorer di giornata), mentre nel posticipo Varese interrompe la striscia negativa (6 sconfitte consecutive) nel derby contro Cantù imponendosi a Masnago grazie alla regia di Mike Green e alle mani calde di Ebi Ere (19) e Bryant Dunston (17). E mentre nell'altro posticipo Siena cura a Biella le ferite di Eurolega, Milano scivola malamente in casa contro la matricola Reggio Emilia e raccoglie i primi, preoccupati fischi del suo pubblico.  
Punti. 32 (con 7/8 da due e 6/10 da tre) quelli con cui il trentacinquenne Bootsy Thornton trascina Sassari al "centello" in quel di Pesaro: la classe non ha davvero età. 20 quelli con cui Brown è leader della Montepaschi contro Biella: Bobby non è ancora l'esatta copia di Bo (McCalebb), ma ci si sta gradualmente avvicinando.  
Tiri da due. 8/9 per Angelo Gigli, ma la sua Virtus Bologna subisce ad Avellino la stessa sorte toccata in precedenza a Milano.
Tiri da tre. Vincenti le 6 (su 8 tentativi) con cui Jeremy Richardson (Sidigas Avellino) contribuisce al suddetto affondamento della Virtus Bologna. Inutile quella con cui Daniele Cinciarini acciuffa il supplementare per Montregranaro, poi comunque sconfitta in casa da Cremona. Inqualificabili le 4 su 31 presenti alla fine nel tabellino di Milano.
Tiri liberi. 19/23 la performance della Trenkwalder dalla lunetta al Forum: se Milano ha regalato di tutto, Reggio Emilia ha sprecato pochissimo.  
Rimbalzi. 13 quelli del finlandese Tuukka Kotti per Cremona, 2 dei quali nel supplementare vincente. 11 invece quelli di Yakhouba Diawara, con l'aggiunta di 26 punti: in quel di Brindisi, l'Umana Venezia ha trovato finalmente il suo nuovo moro.
Assist. 7 quelli smazzati da Mike Green, incluso quello per il 77-73 della sicurezza a firma di Bryant Dunston: nel derby Varese-Cantù la vendetta dell'ex si consuma in regia.  
Stoppate. 3 quelle rifilate anche ai veneziani da Cedric Simmons (leader della speciale classifica con 2,2 di media), ma se lui vola Brindisi rimane a fondo classifica.
Palle perse / palle recuperate. 8 quelle recuperate da Thornton, perché il basket non è solo attacco e lui lo sa benissimo. 20 invece quelle perse per Caserta con solo 3 recuperate: certe "scoppole" si spiegano anche così.
Plus/minus. Oltre a Thornton, è Gigi Datome l'uomo in più di giornata: con 37 di valutazione (18 punti, 6 rimbalzi, 7 assist e tante altre cose utili cose) guida Roma al terzo successo di stagione. 51 invece la valutazione totale per (indisponibile Keith Langford) i dieci in campo di Milano, 7 dei quali tra -7 e -14: per forza che sul Forum è calato il gelo...

I risultati della 5a giornata: Enel Brindisi-Umana Venezia 63-82, Scavolini Banca Marche Pesaro-Banco di Sardegna Sassari 90-100, Sidigas Avellino-SAIE3 Bologna 87-77, Acea Roma-Juve Caserta 86-57, EA7 Milano- Trenkwalder Reggio Emilia 66-78, Sutor Montegranaro-Vanoli Cremona 74-80 dts, Cimberio Varese-chebolletta Cantù 77-73, Angelico Biella-Montepaschi Siena 56-81.
La classifica: Varese, Sassari 10; Siena 8; Cantù, Bologna, Roma 6; Pesaro, Reggio Emilia, Avellino, Cremona, Venezia, Caserta, Milano 4; Montegranaro, Brindisi, Biella, 2.

© Riproduzione Riservata

Commenti