Basket A1: allarme finanziario anche per Cantù?

La società convoca una conferenza-stampa per domani, ma girano già indiscrezioni su un possibile addio a un anno della famiglia Cremascoli. In forse il futuro di un club storico della nostra pallacanestro

Anna Cremascoli, a capo della Pallacanestro Cantù dal settembre 2011, è stata la prima donna presidente in A1 nella storia del basket italiano. (Credits: Imago Economica)

Redazione

-

Ennesimo allarme per il basket italiano: secondo alcune indiscrezioni, l’ennesimo sos finanziario sta per essere lanciato dalla Pallacanestro Cantù.

In una conferenza-stampa già convocata per domani pomeriggio, la presidente Anna Cremascoli dovrebbe infatti annunciare che la sua famiglia – proprietaria dello storico club brianzolo dal 2011 – è ormai nell’impossibilità di sostenere da sola i costi di gestione per un periodo superiore a quello del prossimo Campionato 2013-2014.

In altre parole, se entro un anno non si faranno avanti nuovi soci o aspiranti proprietari, la permanenza di Cantù in serie A potrebbe essere addirittura messa in forse. Ovviamente occorre attendere domani per avere il quadro reale della situazione e conoscere le intenzioni dei proprietari, ma molti tifosi sono comprensibilmente già seriamente preoccupati per il futuro di una società che vanta 3 scudetti, 2 Coppa dei Campioni (oggi Eurolega), 4 Coppa delle Coppe e altrettante Korac, oltre a 2 Coppe Intercontinentali, 2 Supercoppa Italia e 15 scudetti giovanili.

© Riproduzione Riservata

Commenti