Altri sport

Basket serie A: vince solo Milano

Cadono la capolista Varese e tutte le altre big, eccezion fatta per la squadra di coach Scariolo. Statistiche e curiosità della 26a giornata nel consueto tabellino

Per Alessandro Gentile 14 punti contro Pesaro: Milano torna a vincere anche al Forum ed è quarta. (Credits: Savino Paolella / dailybasket.it)

Sorprese a raffica nell’ultimo turno del Campionato italiano di basket: tra le “big” vince infatti solo l’EA7 Milano (ora solitaria al quarto posto), mentre la capolista Varese cade di un canestro a Montegranaro, Sassari fa un vero e proprio capitombolo (- 26) in quel di Reggio Emilia e Roma scivola in casa al supplementare contro Avellino. Giornata a vuoto anche per la Montepaschi Siena, che dopo l’eliminazione in Eurolega deve pure ingoiare un boccone amaro dalla Vanoli Cremona, così come per una Cantù messa ancora più in crisi dalla sconfitta contro il fanalino di coda Biella. Di seguito, numeri e curiosità della 26a giornata

Punti.  28 quelli di Troy Bell, trascinatore di una Reggio Emilia che contro Sassari si dimostra sempre più “ammazza-grandi”. 28 anche per un Bobby Brown lasciato invece troppo solo dai compagni in maglia senese.

Tiri da due. 6/6 di Jiri Hubalek nel successo dell’Umana Venezia sul parquet di una sempre più in disarmo Virtus Bologna. 1/8 invece per Keith Langford, le cui polveri bagnate vengono però nascoste dalla buona prova di squadra (11 a referto) di Milano.

Tiri da tre. 10/34 (29.4%) per Sassari, 7/27 per Siena (25.9%, con 0/5 di Kristjan Kangur), 6/31 per Roma (19.4%): certe sconfitte si spiegano anche e soprattutto da oltre l’arco.

Tiri liberi. 10/10 di Luca Vitali, emblema di una Cremona che ha risalito alla grande la classifica imparando a sfruttare tutte le occasioni. Fondamentale anche il 5/6 finale di Jaka Lakovic, che firma l’allungo finale di Avellino su Roma (da 76-75 a 81-75).

Rimbalzi. Sempre al PalaTiziano, ben 19 (top di giornata) quelli di Kaloyan Ivanov per la Sidigas, solo 3 invece quelli di Gani Lawal per l’Acea.

Assist. Mike Green ne sforna altri 9, ma non bastano a evitare la sconfitta di Varese. 8 invece per il già citato Luca Vitali.

Stoppate. 8-0 per Brindisi contro Caserta, ma gli uomini di coach Pino Sacripanti trovano comunque la via per arrivare a canestro e cogliere la vittoria n°12 di una stagione che rimane societariamente nella bufera dopo il mancato arrivo di Gianluca Garimberti come nuovo socio di maggioranza e il conseguente ingresso in campo degli avvocati…

Palle perse/palle recuperate. 22 perse contro 8 recuperate: senza reattività, difficile per Cantù reagire al momento “no”.

Plus/minus. 24 punti e 10 rimbalzi per il roccioso Christian Burns, alla sua settima “doppia doppia” nella vittoria della sua Montegranaro sulla capolista Varese. Per Caserta nessun contributo invece sotto canestro da parte di Jeelel Akindele, introvabile da mercoledì scorso dopo voci di mercato che lo volevano come rinforzo in chiave playoff in diversi campionati stranieri…

I risultati della 25a giornata: EA7 Milano-Scavolini Banca Marche Pesaro 93-65, Trenkwalder Reggio Emilia-Banco di Sardegna Sassari 101-75, Oknoplast Bologna-Umana Venezia 66-85, Angelico Biella-Lenovo Cantù 82-77, Vanoli Cremona-Montepaschi Siena 81-71, Acea Roma-Sidigas Avellino 75-81, Juve Caserta-Enel Brindisi 78-63, Sutor Montegranaro-Cimberio Varese 93-91.

La classifica: Varese 40; Sassari 36; Roma 34; Milano 32; Siena, Cantù, Reggio Emilia 30; Venezia 28; Caserta 24; Cremona, Montegranaro, Avellino 22; Brindisi 20; Bologna 18; Pesaro 16; Biella 12.

Si ringrazia per le immagini il sito dailybasket.it .

© Riproduzione Riservata

Commenti