Altri sport

Basket serie A: il tabellino della 10a giornata

Siena, Sassari e Brindisi sempre al comando. A Cantù il derby contro Varese. Vince Milano. Tutti i numeri dell'ultimo turno di Campionato

Classe 1990, nato a Villafranca di Verona, David Reginald Cournooh è stato il migliore in campo per Siena in assenza di Hackett. – Credits: dailybasket.it / Alessia Bruchi

Continua la corsa a tre in testa al Campionato di basket: Montepaschi Siena, Banco di Sardegna Sassari ed Enel Brindisi regolano facilmente le avversarie di turno e continuano a spartirsi il ruolo di capolista.
Più ardua invece l'impresa della Vitasnella Cantù, ora solitaria al quarto posto, che con un secco 25-11 nell'ultimo quarto si aggiudica il derby contro Varese in attesa dell'altro, che la vedrà il 23 dicembre ospitare l'EA7 Milano, passata facilmente a Pesaro nel posticipo del lunedì.
Bene anche Caserta, che supera in casa la Granarolo Bologna denunciandone tutta l'incostanza di rendimento, così come l'Umana Venezia: trasformati dalla cura Markovski, i lagunari raccolgono infatti il quarto successo nelle ultime 5 giornate.

Il tabellino della 10a giornata partita per partita

Grissin Bon Reggio Emilia-Vanoli Cremona 93-75. Reggio Emilia vince facile con 24 punti di Troy Bell e 20 di James White, che non sbaglia un colpo da sotto (6/6). In doppia cifra per gli emiliani anche Greg Brunner (14), mentre il neo-arrivato Rimantas Kaukenas ne mette 9 in 15' sul parquet. A nulla vale l'ottima prestazione ai liberi della Vanoli (20/22), così come l'ottima prestazione del centro croato Sime Spralja (20 punti, 7 rimbalzi).

Sutor Montegranaro-Banco di Sardegna Sassari 69-88. Con una grandinata di triple (4/5 di Brian Sacchetti, 5/8 di Drake Diener, 15/30 totali) i sardi passano facilmente fuori casa, anche perché dall'altra parte c'è l'assoluta "giornata no" di Daniele Cinciarini: 1/7 da due, 0/6 da oltre l'arco per soli 2 punti a referto. Per Sassari anche 8 assist dal play Marques Green e 18 punti con 7 rimbalzi da Omar Abdul Thomas.

Cimberio Varese-Acqua Vitasnella Cantù 77-82. Pietro Aradori (19, con 4/6 da due e 3/5 nelle triple) è il top-scorer del derby, in cui una Cantù a trazione italiana trova anche 16 punti (con 6/6 da sotto e 4/5 ai liberi) da parte di Marco Cusin e 12 da Stefano Gentile con 4 triple realizzate su 7 tentativi, inclusa quella "tagliagambe" del 74-80 a un minuto dalla sirena. Bene anche Joe Ragland (14 punti, 5 assist) tra i brianzoli, mentre la Cimberio ha il giusto dal quartetto di americani (16 Keydren Clark, 15 Ebi Ere, 14 Adrian Banks, 11 Franklin Hassell), ma poco dal resto di un roster che vuole rinforzi. Mentre la posizione di coach Fabrizio Frates si fa sempre più delicata.

Enel Brindisi-Giorgio Tesi Group Pistoia 68-60. L'atletismo di Brindisi (certificato dai 41 rimbalzi contro la squadra che ne prende di più tanto in attacco quanto in difesa di tutto il Campionato) compensa la scarsa serata da oltre l'arco (6/30). Migliore in campo per Brindisi è Ron Lewis (18 punti), per Pistoia invece Ed Daniel (14 punti, 6 rimbalzi).

Pasta Reggio Caserta-Granarolo Bologna 65-57. Trascinata da Cameron Moore (20 punti, 8 rimbalzi) con il valido appoggio di Chris Roberts (15) e Jeff Brooks (13), la squadra di Lele Molin si toglie un'altra bella soddisfazione tra le mura amiche contro la talentuosa Virtus. Che questa volta ha però un Dwight Hardy tanto impreciso quanto malamente intestardito a cercare il canestro (4/12 da due, 1/7 da tre) alla pari di Casper Ware (1/8 da oltre l'arco).

Umana Venezia-Sidigas Avellino 84-69. Cinque uomini ampiamente in doppia cifra per la rigenerata Umana Venezia, con top-scorer Nate Linhart (20) e Andre Smith (19, con 6/7 da due). 13 punti anche per Luca Vitali, impreziositi da 5 rimbalzi e ben 8 assist. Per gli irpini 23 da Will Thomas, frutto di un tabellino quasi perfetto: 6/7 da sotto, 1/1 da tre, 8/9 ai liberi.

Montepaschi Siena-Acea Roma 82-70. Con Daniel Hackett costretto in panchina da una botta all'anca rimediata in Eurolega, i campioni in carica trovano il suo alter ego in David Reginald Cournooh: italianissimo come Hackett e come lui capace di segnare 21 punti in 32 minuti sul parquet. Ottima prestazione anche da parte di Othello Hunter, 13 punti e 12 rimbalzi, tani quanti quelli del suo avversario diretto Trevor Mbakwe (11 punti). Per l'Acea anche 22 punti da Phil Goss e 16 da Quinton Hosley, frutto però soprattutto di 11/16 dalla lunetta.

Victoria Libertas Pesaro-EA7 Milano 73-94. Facile successo dell'Olimpia sul parquet dell'ultima della classe. Da una parte il top-scorer di giornata, Keith Langford, con 25 punti (6/9 da due, 3/3 nelle triple, 4/6 ai liberi); dall'altra il miglior rimbalzista del turno, O.D. Anosike, con 17 palloni afferrati sotto i tabelloni, più 15 punti a referto. Positivi per Milano anche Alessandro Gentile (16) e David Moss (12), mentre i 10 punti di Gani Lawal sono frutto di un appena sufficiente 5/10 da sotto. Oltre ad Anosike, in doppia cifra per i marchigiani pure Elston Turner (17) e Marc Trasolini (15), mentre il tabellino delle triple fa segnare uno scarso 2/18 contro il 14/25 degli ospiti.

La classifica: Siena, Sassari, Brindisi 16; Cantù 14; Bologna, Roma, Milano 12; Venezia, Reggio Emilia 10; Varese, Avellino, Caserta 8; Pistoia, Montegranaro 6; Cremona 4; Pesaro 2. 

Si ringrazia per le immagini il sito dailybasket.it .

© Riproduzione Riservata

Commenti