Basket serie A: Brindisi capolista, Cantù batte Siena

I pugliesi vincono ancora e sono soli in testa alla classifica. Ai brianzoli la sfida contro i campioni d'Italia. Nomi e numeri della 7a giornata

Alla sua quinta stagione in Brianza, Martin Leunen (qui opposto a Tomas Ress) è stato decisivo nel successo di Cantù su Siena. – Credits: Roberto Caruso / dailybasket.it

Redazione

-

Big-match: Acqua Vitasnella Cantù-Montepaschi Siena 90-88. Clima da battaglia, come vuole l'acerrima rivalità tra le tifoserie, per un match dai continui break e contro-break sino al punto a punto dell'ultimo quarto che vede sorridere Cantù, sempre in emergenza economica ma alla quale arriva una sorsata d'ossigeno dal nuovo contratto triennale con il marchio del Gruppo Ferrarelle. Decisivi nel finale i due rimbalzi (uno offensivo dopo un libero malamente sbagliato da Joe Ragland, seguito da una personale gita in lunetta per l'1/2 del 90-87, l'altro difensivo dopo il libero volontariamente tirato sul ferro da Daniel Hackett) con cui Martin Leunen arpiona i palloni decisivi negli ultimi 11 secondi dell'incontro. Il capitano dei brianzoli è il migliore dei suoi anche per valutazione (con 13 punti, 8 rimbalzi e 3 assist in 29' sul parquet), in una gara in cui brillano anche e soprattutto i 16 punti di Michael Jenkins e Stefano Gentile, bravi anche a prendersi a lungo cura di Daniel Hackett al posto di Pietro Aradori, limitato nella prima parte dai 2 falli commessi dopo solo 6' minuti di gioco. Per l'Acqua Vitasnella ottima prova anche del centro americano Adrian Uter (14), mentre dall'altra parte – oltre alla prova dello stakanovista Hackett, sempre sul parquet con 25 punti a referto – vanno segnalate quelle di Othello Hunter (17) e Josh Carter (15), nuove colonne di una Siena che potrà senz'altro ancora dire la sua a dispetto dell'ennesima rivoluzione.

Highlights. Trascinata dal trio di scuola americana costituito da Delroy James (17 punti), Jerome Dyson (16) e Folarin Campbell (15), l'Enel Brindisi passa anche a Caserta ed è ora solitaria capolista. Sotto i reflettori anche la "cura Markovski", che porta l'Umana Venezia a bissare il successo su Milano andando a vincere sul difficile campo della Granarolo Bologna con un Andre Smith da 29 punti e 9 rimbalzi (per la Virtus, invece, 20 di Walsh e 17 di Hardy, ma poco da tutti gli altri). A livello individuale, da evidenziare infine la tripla di Drake Diener che vale la vittoria interna di Sassari su Avellino.

Mvp. 37 punti (17/25 da due e 3/3 ai liberi) con l'aggiunta di 13 rimbalzi valgono il titolo di migliore della giornata a JaJuan Johnson, un passato nell'Nba con Boston Celtics e Houston Rockets e un presente con Pistoia, portata ieri a un importantissimo successo in chiave salvezza su Pesaro dopo un supplementare.

Italians. Con 21 punti e 4 assist Daniele Cinciarini guida la Montegranaro di coach Recalcati al terzo successo di stagione contro Varese. 14 punti, 5 rimbalzi e 2 assist è invece l'ottimo tabellino di Luca Vitali nella vittoria della ritrovata Venezia. Non evitano invece la sconfitta i 19 punti di Andrea Pecile per Pesaro, mentre gli 11 di Riccardo Moraschini contribuiscono all'azione corsara dell'Acea Roma in quel di Cremona. Infine, nella sfida del Forum facilmente risolta dall'EA7 Emporio Armani 10 punti e 5 rimbalzi a testa per Alessandro Gentile (Milano) e Riccardo Cervi (Reggio Emilia).

Risultati della 7a giornata: Sutor Montegranaro-Cimberio Varese 88-83, EA7 Milano-Grissin Bon Reggio Emilia 73-52, Granarolo Bologna-Umana Venezia 80-87, Banco di Sardegna Sassari-Sidigas Avellino 78-75, Vanoli Cremona-Acea Roma 68-78, Pasta Reggio Caserta-Enel Brindisi 65-69, Giorgio Tesi Group Pistoia-Victoria Libertas Pesaro 115-110 dts, Acqua Vitasnella Cantù-Montepaschi Siena 90-88.

La classifica: Brindisi 12; Siena, Sassari, Cantù, Bologna 10; Milano, Roma 8; Varese, Montegranaro, Venezia, Avellino, Reggio Emilia 6; Pistoia, Caserta, Cremona 4; Pesaro 2.

Si ringrazia per le immagini il sito dailybasket.it .

© Riproduzione Riservata

Commenti