Matteo Politanò

-

La maledizione è finita, Chicago può esplodere di gioia. Dopo 108 anni di sconfitte e delusioni i Cubs hanno rotto una delle astinenze da vittorie più lunghe nella storia dello sport americano. La squadra allenata da Joe Maddon ha vinto in extremis la gara 7 della finale di World Series contro i Cleveland Indians per 8-7 e gustato un trionfo che mancava dal 1908

La maledizione di Biily Slanis

Per diverse generazioni a Chicago si è provato ad esorcizzare la maledizione, secondo alcuni nata dal malocchio di Billy Sianis, tifoso al quale fu impedito di entrare nel leggendario stadio di Chicago Wrigley Field (lo stesso dove si esibiscono John Belushi e Dan Akroyd nel film "Blues Borthers") con la sua capra. Offeso e risentito Sianis aveva maledetto la squadra: "non vincerà mai più una World Series". Fino ad oggi era stato così. 

La profezia di "Ritorno al futuro" 

Nel film Ritorno al Futuro parte II, uscito nel 1989, il regista Robert Zemeckis aveva previsto la vittoria dei Cubs sbagliando di un solo anno. Nella pellicola con protagonista Michael J. Fox il viaggio di Marty nel 2015 vede le celebrazioni per la vittoria della squadra di Chicago (dopo una finale con Miami invece che con Cleveland). 

1017477

La gioia di Hillary Clinton

Tra chi festeggia c'è anche Hillary Clinton, la candidata alla Casa bianca americana che a Chicago è nata e cresciuta. La rivale di Donald Trump è tornata in città per gli ultimi giorni di campagna elettorale e spera di puntare sulla scia dell'entusiasmo dei Cubs per trovare nuovi voti e non parlare dei problemi più scomodi. Chicago è infatti una delle città più difficili degli Usa con la più alta percentuale di omicidi, più di New York e Los Angeles messe insieme. La vittoria dei Cubs farà il gioco della Clinton?

© Riproduzione Riservata

Commenti