Alex Zanardi ha conquistato la medaglia d'oro alle Paralimpiadi di Rio nella cronometro H5, bissando il titolo di Londra 2012.

Al termine di una grande rimonta ha sconfitto l'australiano Stuart Tripp, giunto a meno di tre secondi. Bronzo allo statunitense Oscar Sanchez a quasi 15”. 

"Dedico questo oro a Gianmarco Tamberi", ha detto l'ex pilota di Formula 1 dopo la vittoria. 

"È proprio come il vino come dice lui, migliora invecchiando", commenta il presidente del comitato paralimpico Luca Pancalli. "È un uomo straordinario, capace di vincere a 50 anni una medaglia d'oro così".

Appena superato il traguardo, Zanardi ha sottolineato quanto fosse stata dura la gara con il caldo di Rio oggi. Ha dedicato la vittoria a varie persone - la madre, la moglie, il figlio. Un pensiero speciale è stato però per "Gianmarco Tamberi perchè immagino cosa possa aver provato nel momento dell'infortunio", ha spiegato Alex.

Zanardi ha anche tenuto a spiegare come questi risultati siano frutto di un lavoro duro e di tanta programmazione. "Credo anche di essere andato oltre quello che avevo programmato". Dove prendo tutta questa forza? -  dice ancora Zanardi - Il fatto è che "tante persone credono di aver già dato tutto e ancora non hanno tirato fuori il loro potenziale. Sono tre anni che ci do dentro e sono contento di essere riuscito a costruire qualcosa di speciale".

Alex Zanardi, che compirà 50 anni il 23 ottobre, a Londra 2012 aveva vinto oltre che la cronometro, anche la gara in linea. Qui a Rio le fatiche di super alex non sono però terminate: giovedì infatti affronterà la prova in linea e venerdì la staffetta. 

Tamberi commosso
Gianmarco Tamberi, ha ringraziato attraverso l'Ansa, Zanardi per la dedica. "Ho seguito la gara di Alex Zanardi e la sua vittoria mi ha fatto venire la pelle d'oca: quando poi ho ascoltato le sue parole, sembravo un bambino che non riesce a togliersi il sorriso dalle labbra". "Lui - spiega - ha toccato il cuore di tutti con la sua storia, ma con queste parole è entrato dentro al mio e ci ha preso la residenza...".

"Non dimenticherò mai questo dono immenso - conclude Tamberi nella sua dichiarazione all'Ansa - e farò di tutto per onorarlo giorno dopo giorno fino a Tokio 2020! Aspetto Zanardi al rientro da Rio per un abbraccio lunghissimo, grazie davvero di cuore".

Giornata d'oro
Oggi è stata davvero una giornata d'oro per l'Italia alle Paralimpiadi di Rio. Oltre alla vittoria di Alessandro Zanardi nella cronometro H5, sempre nel ciclismo Vittorio Podestà si è imposto nella cronometro H3 e Luca Mazzone nella cronometro H2 e Assunta Legnante ha vinto l'oro nel lancio del peso, portando finora a cinque il totale dei successi degli azzurri in questa edizione dei Giochi.

Il genovese Podestà ha vinto la sua prova nella handbike con il tempo di 28'15"74, precedendo di oltre un minuto l'austriaco Ablinger, argento con (29'26''01), e il canadese Moreau, bronzo con 29'26''91.

Il pugliese Mazzone ha chiuso con il tempo di 32'07''09, con un vantaggio di 6'' sullo statunitense Groulx, argento, bronzo ad un altro statunitense Sheridan. La pesista Legnante ha ottenuto la misura di 15,74 metri nella categoria F11-12, precedendo l'uzbeka Burkhanova (15,05) e la messicana Alvarez.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti