Sport

Allarme Juve: dopo Van Persie a rischio anche Llorente. Lo vuole l'Arsenal

Asta aperta per l'attaccante dell'Athletic Bilbao. L'Inter in Inghilterra per vendere Julio Cesar. Alvaro Pereira apre anche al Napoli: "L'Italia mi piace"

Il nuovo attaccante del Manchester United, Robin Van Persie (Credits: AP Photo/Geert Vanden Wijngaert)

E' allarme rosso a Vinovo nel giorno in cui la Juventus festeggia con la tradizionale amichevole in famiglia l'avvio della stagione. La svolta che ha portato Van Persie al Manchester United (22 milioni di sterline per il club e un contratto da 6,5 milioni di euro netti a stagione per il giocatore) rischia di complicare anche la corsa a Llorente dell'Athletic Bilbao. L'Arsenal, infatti, sembra intenzionato a girare sullo spagnolo una parte dei soldi incassati dalla cessione di Van Persie e quelli che potrebbero arrivare vendendo Alex Song al Barcellona.

Verità o semplice strategia del presidente dei baschi Urrutia per alzare il prezzo? Wenger avrebbe smentito la notizia ma il timore in casa-Juve è che possa ripetersi la scena già vista troppe volte nelle ultime due estati con i bianconeri incapaci di chiudere il colpo e poi sorpassati sul filo di lana. Tra l'altro all'asta partecipa anche il Tottenham che sembra avere liquidi da spendere. Nelle prossime ore incontrerà Branca per definire con l'Inter il passaggio di Julio Cesar. E' quasi impossibile, però, che Villas Boas lasci partire per Milano l'esterno offensivo Lennon che ha una quotazione superiore ai 15 milioni di euro.

Il Tottenham ha anche presentato un'offerta per il bolognese Ramirez (15 milioni di euro contro i 20 cash che chiede il Bologna). L'Inter sta anche cercando di bruciare la concorrenza del Napoli per l'esterno del Porto Alvaro Pereira. Intervistato dopo l'amichevole della sua nazionale il giocatore ha smentito di essere vicino a lasciare il club, ma ha anche ammesso che l'Italia è un campionato che gli piace. Il suo agente ha confermato l'interesse dell'Inter ma rimane aperta anche la porta per la società di De Laurentiis.

Dall'estero intanto arriva la notizia che nel giro di poche ore Modric sarà un giocatore del Real Madrid. Da lì viene il tesoretto che il Tottenham riverserà sul mercato per allestire la formazione che vuole Villas Boas e anche l'apertura ufficiale della trattativa per portare Kakà al Milan. Malgrado la fumata grigia di New York infatti i contatti proseguono. Secondo la stampa spagnola i rossoneri sono pronti ad offire 13 milioni di euro al Real Madrid e un contratto da 8 netti al brasiliano. Troppo per gli standard attuali di via Turati, ma il mercato sta entrando nel vivo e ogni giorno che passa abbassa il prezzo di Kakà, ormai fuori dal progetto di Mourinho.

Altro in breve: il Bayern Monaco acquisterà dall'Athletic Bilbao il difensore Javi Martinez per una cifra superiore ai 30 milioni di euro. Il Barcellona sta pensando di offire a Messi un rinnovo a vita del contratto portandolo a quasi 20 milioni netti a stagione fino al 2018. Maresca è a un passo dalla Sampdoria, Marquinhos vicinissimo alla Roma di Zeman (manca sempre un altro centrale) e Von Bergen al Palermo. Problemi per il giovane Hachim Mastour (classe 1998), prelevato dal Milan dalla Reggiana, che non ha superato le visite mediche. Era stato al centro di un derby con l'Inter.

© Riproduzione Riservata

Commenti