L'abbigliamento per il running in inverno
L'abbigliamento per il running in inverno
Sport

L'abbigliamento per il running in inverno

Abbiamo provato giubbetti e calzamaglie per correre anche al freddo: ecco le nostre impressioni

Helly Hansen

Helly Hansen

Anche Helly Hansen, da sempre specializzata su montagna e mare, ha ora una collezione per il running invernale. Anzi, per il trail-running, visto che sono capi tosti, fatti per quando le temperature si abbassano davvero e non ci si ferma nemmeno davanti alla neve. Noi ci siamo vestiti letteralmente a cipolla. La t-shirt Pace è come un vero intimo, mandando il sudore lontano dalla pelle anche se sopra abbiamo altri 2 o 3 strati. Poi abbiamo messo la Challenger Jacket (c'è anche in versione Vest, senza maniche): veste bella strutturata, aderente sui fianchi e sulle maniche, con degli inserti morbidi sul dorso e sotto le ascelle che aiutano a sentirsi sciolti durante la corsa, un cordino in vita se proprio bisogna rimboccarsi, il colletto alto e morbido che protegge dal vento senza stringere e una tasca bella ampia sul cuore, con l'interno retato. Sì, forse manca un taschino più piccolo, dove poter mettere qualche oggetto non ingombrante senza che ballonzoli durante la corsa. I tight sono dello stesso materiale windblocker e resistente all'acqua, che scorre via senza nemmeno inzuppare il tessuto, e ci sono davvero sembrati pensati per il grande freddo: in vita vestono alti, con una morbida fascia di 3 cm che li blocca senza stringere, fasciano progressivamente nei punti strategici dell'esterno coscia, del ginocchio e dei polpacci, hanno un inserto morbido nella zona del cavallo così non si rischiano fastidiosi sfregamenti e all'interno della zip alla caviglia c'è del tessuto che protegge anche dagli spifferi più insidiosi. Il difetto? C'è una sola tasca, sull'esterno del gluteo, nella quale ci sta giusto una tessera del bancomat. E se siamo di quelli che escono a correre anche all'alba e sottozero, sopra a tutto possiamo mettere la H2 Flow Jacket, un giubbetto davvero leggero in Polartec, che quindi riscalda e tiene all'asciutto, con alcune interessanti soluzioni per la termoregolazione come l'imbottitura forellata all'interno e le cerniere sui fianchi: quando siamo usciti c'erano 5°C e per i primi minuti l'abbiamo tenuta ben allacciata, poi quando la nostra temperatura è salita abbiamo abbassato le zip laterali, così usciva l'umido e circolava davvero più aria, non facendoci sentire appesantiti.

H2 Flow Jacket: 179,95 euro
Challenger Vest: 119,95 euro
Challenger Jacket: 159,95 euro
Charger Windblock Tight: 99,95 euro

Info: www.hellyhansen.com

Ti potrebbe piacere anche
Charles Leclerc e l’orologio Richard Mille RM 67-02 rubato
ARTICOLI PREMIUM

L'ora illegale

True

I più letti