6a giornata - Fiorentina e Sassuolo, fuga (virtuale) in testa alla serie A
Getty Images Sport
6a giornata - Fiorentina e Sassuolo, fuga (virtuale) in testa alla serie A
Sport

6a giornata - Fiorentina e Sassuolo, fuga (virtuale) in testa alla serie A

Emiliani danneggiati contro il Chievo, ok Orsato (Napoli-Juventus) e Damato a San Siro. Mentre l'espulsione di Romagnoli...

Non è stato un pessimo week end per gli arbitri italiani, anche se ci sono alcuni episodi che hanno fatto discutere e condizionato l'andamento delle rispettive partite. Il Milan si lamenta di Tagliavento e dell'espulsione di Romagnoli, mentre la Lazio è vittima di un arbitraggio pessimo e solo la rimonta a Verona spegne sul nascere tutte le polemiche. In generale vanno bene i big negli incontri di cartelloe: buona notizia per il designatore che sta avendo discrete risposte dalla pattuglia dei fischietti ritenuti più affidabili.

Ancora decisivo il ruolo degli addizionali di porta e questa volta in positivo. Banti in Inter-Fiorentina e Rocchi in Sassuolo-Chievo intervengono per aiutare i colleghi e dirimere due episodi che alla fine si rivelano decisivi: collaborazione fondamentale dopo tanti casi in cui, invece, era mancato il coraggio di una presa di posizione.

Genoa-Milan, Tagliavento fiscale con Romagnoli

L'episodio su cui si discute è l'espulsione di Romagnoli al 42' del primo tempo. Tagliavento lo ha già ammonito per un contrasto aereo con Pavoletti e relative proteste (giallo fiscale) e punisce una sbracciata del difensore che ferma un contropiede del Genoa innescato dall'errore in appoggio di zapata. Non c'è violenza, ma l'aver bloccato una ripartenza è un'aggravante che può valere un giallo. In ogni caso Tagliavento appare inflessibile. Dzemail rischia in un contatto robusto in area su De Jong, ma le moviole lo assolvono: non c'è sufficiente pesantezza di intervento.

Inter-Fiorentina: tutto bene Damato

Damato vede bene sugli episodi decisivi e lo aiuta anche l'addizionale Banti, che coglie il fallo di Handanovic su Kalinic nell'azione che porta al rigore del vantaggio viola. Corretta l'espulsione di Miranda per fallo da ultimo uomo sempre su Kalinic e ok la posizione dello stesso Kalinic sul 2-0 quando Handanovic respinge male la conclusione di Ilicic e il entravanti interviene in scivolata per ribadire in gol.

Napoli-Juventus: promosso Orsato

Altra conferma sulla qualità di Orsato in partite di alto livello. L'internazionale non sbaglia nulla e governa bene una partita a tratti nervosa, che si accende soprattutto nel finale quando la Juventus protesta per un tocco di braccio di Allan su conclusione di Morata. Non c'è rigore perché la palla carambola prima sul piede di Koulibaly e, in ogni caso, il movimento del braccio di Allan è assolutamente congruo con il resto del corpo.

Un'azione simile nel primo tempo aveva visto Bonucci toccare con la mano in scivolata su cross di Ghoulam: anche in quel caso niente penalty e Orsato vede bene. Zaza rischia il rosso per una gomitata su Albiol.

Roma-Carpi, Irrati senza grossi problemi

Il Carpi protesta sull'1-0 di Manolas che, però, è tenuto in gioco quando Digne scaglia il suo tiro, poi controllato e scaricato in rete dal difensore. Generoso il penalty concesso al Carpi per contatto tra Maicon e Di Guadio: poi De Sanctis para la conclusioni in porta di Matos.

Sassuolo e Lazio, quanti torti

In Sassuolo-Chievo manca una rete di Defrel che viene annullata per un fuorigioco inesistente. Rocchi salva Fabbri e l'assistente che stavano cancellando il pareggio di Paloschi: bene così. Disastro Giacomelli in Lazio-Verona e per fortuna che i biancocelesti vincono di rimonta. Era buona la rete di Gentiletti annullata non si capisce per quale motivo, manca un penalty alla Lazio (spinta di Helander) e la rete di Helander andava annullata.

La classifica sintesi delle moviole dei quotidiani italiani

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 6° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Fiorentina

15

=

Sassuolo

14

+2

Inter

13

-2

Torino

13

=

Lazio

12

=

Napoli

11

+2

Roma

10

-1

Chievo

10

-1

Milan

9

=

Atalanta

9

-2

Sampdoria

8

-2

Palermo

7

=

Udinese

6

=

Genoa

6

=

Juventus

5

=

Frosinone

5

+1

Empoli

4

=

Bologna

3

=

Verona

3

=

Carpi

3

+1

Ti potrebbe piacere anche

I più letti