34a giornata - Calvarese disastro: alla Roma il rigore sbagliato
tratto da Mediaset Premium
34a giornata - Calvarese disastro: alla Roma il rigore sbagliato
Sport

34a giornata - Calvarese disastro: alla Roma il rigore sbagliato

All'Olimpico tanti errori dell'arbitro: mancano due penalty ai giallorossi e quello decisivo non c'era...

Mercoledì non da leoni per gli arbitri italiani, protagonisti di una serata negativa e che ha rischiato di essere disastrosa se gli errori di Calvarese avessero condizionato la corsa al terzo posto tra Roma e Inter. Alla fine il fischietto è stato anche fortunato, ma le sue sviste all'Olimpico (insieme a quelle degli addizionali di porta) fanno discutere: serve in fretta la moviola in campo per evitare serate così.

Non è andato tutto liscio nemmeno a Empoli e Udine, dove ci sono un paio di rigori dimenticati dall'esordiente Serra e da Massa. In generale il finale di stagione si sta rivelando non eccezionale per la squadra di Messina, che pure nella prima metà del campionato aveva offerto una discreta continuità di rendimento.

Roma-Torino: negati due rigori ai giallorossi

Disastroso Calvarese, che viene bocciato da tutte le moviole. Negli episodi in area non c'è mai e in un solo caso viene aiutato dall'addizionale Giacomelli che gli segnala la trattenuta di Manolas su Belotti: rigore per il Torino netto e vantaggio granata all'Olimpico. Poi, però, viene perdonato un tocco di braccio (largo) di Gaston Silva su conclusione di Nainggolan che avrebbe dovuto riequilibrare il conto dei penalty.

Nella ripresa è clamorosa la svista dell'arbitro e di Giacomelli che non vedono un evidente tocco di mano di Gazzi su tiro-cross di Nainggolan: rigore nettissimo. Nel finale non c'è invece quello che porta la Roma sul 3-2: Perotti crossa e Maksimovic respinge con il fianco dove si trova, be attaccato, il braccio. Errore inspiegabile.

Juventus-Lazio, tutto facile per Mazzoleni

Gara semplice per Mazzoleni allo Stadium. E' regolare la rete dell'1-0 perché Biglia tiene in gioco Mandzukic che non si libera fallosamente del diretto avversario. Ingenua ma giusta l'espulsione del laziale Patric (trattenuta su Dybala e doppio giallo) e c'è il rigore su Bonucci anche se il difensore accentua un po' la caduta sulla trattenuta di Gentiletti.

Genoa-Inter: Irrati se la cava

Promosso anche Irrati nella partita, ricca di ritmo ed episodi, che vede il Genoa battere l'Inter. Non c'è il rigore che i rossoblu chiedono nel primo tempo per un ipotetico contatto tra Miranda e Pavoletti: l'attaccante si lascia cadere, ma non esiste fallo del difensore. Manca un cartellino giallo per Felipe Melo (fallo su Laxalt che Irrati fa correre per il vantaggio) e non hanno ragione i giocatori dell'Inter a protestare per un tocco di mano di Suso su filtrante di Telles.

Empoli e Udine, errori determinanti

Dietro la lavagna finiscono anche Serra e Massa. In Empoli-Verona è errata l'ammonizione per simulazione di Souprayen che ha subito un intervento irregolare da Paredes. Ok poi l'espulsione di Viviani. In Udinese-Fiorentina manca un rigore ai viola per fallo su Alonso.

La classifica sintesi delle moviole dei quotidiani italiani

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 34° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus

79

-3

Napoli

76

+3

Roma

69

+1

Inter

63

+2

Fiorentina

61

+2

Milan

58

+5

Lazio

52

+4

Sassuolo

49

=

Chievo

46

-2

Torino

43

+1

Genoa

41

-2

Empoli

40

-2

Bologna

39

+2

Udinese

38

=

Sampdoria

34

-3

Atalanta

34

-4

Palermo

32

+3

Frosinone

31

+1

Carpi

30

-2

Verona

21

-1

Ti potrebbe piacere anche

I più letti