32a serie A, top e flop: Toni verso l'Olimpo, Menez irritante
Getty Images
32a serie A, top e flop: Toni verso l'Olimpo, Menez irritante
Sport

32a serie A, top e flop: Toni verso l'Olimpo, Menez irritante

Il bomber del Verona a quota 17 reti, una sola da Tevez. Crollo Fiorentina, seconda sconfitta interna consecutiva. Ecco i migliori e peggiori del turno

Nella 32a giornata si riaprono tutti i giochi per la zona Europa. Il Napoli ritorna in lotta per un posto Champions con Lazio e Roma mentre le sconfitte di Fiorentina e Sampdoria accorciano le distanze con Genoa e Torino per l'Europa League. Altra brutta sconfitta del Milan a Udine mentre mentre a Bergamo l'Atalanta pareggia 2-2 con l'Empoli con il giallo Denis, accusato di aver colpito con un pugno al naso Tonelli. Il Parma supera il Palermo e riceve gli applausi dei suoi tifosi mentre a Verona Luca Toni vive un altro giorno di immortalità e segna il gol in campionato numero 17, a una sola distanza da Tevez. Vuoi scoprire chi sono stati i migliori e peggiori del turno? Continua a cliccare...

Top - Luca Toni (Verona)

Nuovamente nella lista dei migliori in campo. Contro il Sassuolo è di nuovo doppietta, diciassettesima rete in un'altra stagione da sogno. Al fischio finale si toglie qualche sassolino dalla scarpa: "Hanno detto che lo scorso anno segnavo perché c'era Iturbe vicino. Quest'anno Iturbe non c'è ma io segno lo stesso". La vetta della classifica cannonieri dista ora solo un gol...

Flop - Stefan Savic (Fiorentina)

Dopo la sconfitta contro il Verona i viola cadono nuovamente in casa con il Cagliari penultimo. L'ex Manchester City è in balia degli attaccanti rossoblù e tra Cop e Farias non ne azzecca una. Montella difende i suoi ragazzi: "l'Europa league ci ha svuotato mentalmente". Il rischio è però ora quello di vanificare un'intera stagione rimandendo a mani vuote e fuori dalle coppe europee.

Top - Gonzalo Higuain (Napoli)

El Pepita segna una doppietta e guida il Napoli insieme ad Insigne nella vittoria per 4-2 sulla Sampdoria. La squadra di Benitez sembra rinata e sta vivendo un finale di stagione esaltante dove il suo numero nove ha il ruolo di assoluto protagonista. 15° centro in campionato e giochi ancora aperti per il secondo posto. 

Flop - Mauricio (Lazio)

La Lazio è costretta a fermarsi in casa contro il Chievo Verona ma sul passo falso pesa la prestazione del centrale difensivo di proprietà dello Sporting Lisbona. Sul gol dell'1-1 di Paloschi è in ritardo, goffo nei movimenti e anche sfortunato. Una dinamica che i tifosi biancocelesti hanno notato in altre fasi della stagione. 

Top- Alberto Paloschi (Chievo Verona)

L'ex primavera del Milan segna l'ottavo gol in campionato con una cannonata di destro sotto la traversa che ferma la Lazio di Pioli. Il Chievo invece ha ottenuto il suo obiettivo stagionale nella migliore delle ipotesi: una salvezza tranquilla per giocare il finale senza pressioni. Merito anche e soprattutto del suo bomber, al 33° gol dal suo arrivo a Verona

Flop - Lorenzo De Silvestri (Sampdoria)

Tra i flop di giornata dovrebbe esserci anche Viviano ma dopo la papera sul gol di Gabbiadini il portiere blucerchiato si riprende con interventi decisivi. Lo stesso non si può dire per il terzino che in avvio di ripresa regala a Insigne la palla che porta al 3-1. Indeciso anche in occasione dell'azione che porta al rigore del 4-1 dove non si capisce con il suo estremo difensore. Da dimenticare. 

Top - Mauro Icardi (Inter)

La nota lieta dell'abulica stagione nerazzurra è sempre lui. Anche contro la Roma si prende sulle spalle il peso dell'attacco tenendo accessi i sogni europei e siglando la rete numero 17 che lo tiene alle spalle di Tevez lontano solo una lunghezza. Se quest'anno non ci fosse stato lui chissà dove sarebbe finita la squadra di Mancini...

Flop - Alvaro Morata (Juventus)

La Juventus perde il derby della Mole dopo vent'anni. In campo lo spagnolo non si vede e per tanti offre la peggior prestazione dal suo arrivo in bianconero. Irriverente, tenta l'azione personale e finisce con lo sbagliare tutto: dribbling, cross, passaggi. Al 65' Allegri capisce che è abbastanza e manda in campo Tevez. 

Top - Matteo Darmian (Torino)

La partita perfetta, non solo per il gol del pareggio. E' uno dei maggiori talenti granata e nel derby mette in campo cuore e polmoni al servizio del Toro. Ha annientato Lichtsteiner costringendolo ad arretrare e spingendo sulla fascia, anche dietro sono state poche le sbavature. Nel mirino di diversi big club ha dimostrato di essere uno dei terzini italiani più talentuosi degli ultimi anni. 

Ti potrebbe piacere anche
Video Divertenti

Un gatto da riporto | video

I più letti