29a serie A, top e flop: l'Inter imbarazza San Siro, Salah fuoriclasse
MIDA/ANSA
29a serie A, top e flop: l'Inter imbarazza San Siro, Salah fuoriclasse
Sport

29a serie A, top e flop: l'Inter imbarazza San Siro, Salah fuoriclasse

I nerazzurri impresentabili, Shaqiri su tutti. Il Napoli paga gli errori di Ghoulam, Menez fa gioire il Milan. Ecco i migliori e peggiori del turno

La lotta scudetto del campionato 2014/2015 non ha più niente da dire e nonostante la vittoria contro il Napoli la Roma resta a -14 dalla vetta. L'attenzione si sposta così sulla corsa per la Champions League con la Lazio che centra la settima vittoria consecutiva sbancando anche Cagliari. Il Milan è corsaro a Palermo mentre l'Inter fa infuriare i suoi tifosi nell'1-1 casalingo contro il Parma. Vola sempre di più la Fiorentina che vince lo scontro diretto contro la Sampdoria grazie ai gol di Salah e Diamanti. In zona salvezza super rimonta del Cesena che riesce a strappare un punto. Vola il Torino che espugna Bergamo e alimenta il sogno europeo. Chi sono stati i migliori e peggiori di giornata? Per scoprirlo continua a cliccare...

TOP - Mohamed Salah (Fiorentina)

L'egiziano è l'esempio perfetto di come una mossa di mercato possa cambiare il campionato. L'ex Chelsea era stato a lungo nel mirino della Roma che poi ha ripiegato su Doumbia e Ibarbo. Risultato? I giallorossi hanno iniziato il loro crollo e la squadra di Montella vola. Nello scontro diretto con la Sampdoria è ancora decisivo con la sua velocità bruciante e con un gol spettacolare, il sesto in questo campionato da gennaio.

FLOP - Xherdan Shaqiri (Inter)

L'Inter vive un'altra domenica di imbarazzo pareggiando a San Siro contro un Parma già condannato alla retrocessione. Contro gli emiliani c'è anche l'eclissi dello svizzero in una preoccupante involuzione di rendimento. Contro gli emiliani Mancini lo manda in campo dal primo minuto ma l'ex Bayern delude sotto tutti i punti di vista: zero idee, zero dribbling, zero giocate.

TOP - Keita (Lazio)

Entra in campo al 59' nella sfida contro il Cagliari e spacca il match con la sua velocità. Si conquista due calci di rigore e nel finale va vicino anche al gol personale che sarebbe stato meritato. In un finale di stagione con la corsa Champions ancora aperta il suo apporto alla causa biancoceleste potrebbe essere fondamentale per l'aggancio alla Roma.

FLOP - Faouzi Ghoulam (Napoli)

L'esterno algerino è il peggiore in campo degli uomini di Benitez. All'Olimpico la sua spinta sarebbe fondamentale ma l'esterno sale poco e ha le sue pesanti responsabilità anche sul gol di Pjanic quando è in ritardo su Florenzi che offre al bosniaco l'assist per il gol partita. Gli azzurri restano a meno otto dalla Champions, troppo per non concentrarsi su coppa Italia ed Europa League.

TOP - Jeremy Menez (Milan)

Il francese segna il sedicesimo gol in campionato, non era mai stato così prolifico in carriera. Il Milan trova la seconda vittoria consecutiva in campionato grazie al suo splendido gol del 2-1, un mix di velocità, tecnica e potenza. La corsa all'Europa League continua e già la prossima settimana ci sarà lo scontro diretto a San Siro contro la Sampdoria.

FLOP - Roberto Soriano (Sampdoria)

Dopo la settimana di impegni con la nazionale il trequartista paga dazio alla stanchezza nello scontro diretto con la Fiorentina. Al Franchi l'ex Bayern non è pervenuto e al 62' Sinisa Mihajlovic lo toglie per mandare in campo un Bergessio ancor più inconsistente. Passo falso per i blucerchiati che restano ancorati a quota 48 tenendo però intatto il sogno Europa League.

TOP - Luca Toni (Verona)

Con la doppietta al Cesena il suo bottino di gol stagionali sale a 15, un record fatto di colpi da implacabile bomber. La girata al volo per la seconda rete è l'emblema perfetto per definire la sua bravura nell'area piccola. A 37 anni resta uno degli attaccanti più prolifici della serie A: sarebbe da clonare insieme a Totti e Di Natale.

FLOP - Lorenzo Crisetig (Cagliari)

Nuova sconfitta per il Cagliari di Zeman che vede lo spettro retrocessione sempre più incombente. I sardi non giocano una brutta partita e restano pericolosi fino al fallo ingenuo del centrocampista ex Inter che tocca Keita in area e offre a Biglia l'opportunità dal dischetto. Anche in mezzo al campo il suo apporto non si sente: sbaglia troppo e i rossoblu pagano anche la sua giornata no.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti