felipe anderson
Getty Images
felipe anderson
Sport

28a serie A, top e flop: Felipe Anderson è inarrestabile, Podolski impresentabile

Eder affonda l'Inter con una prodezza, la Juventus ritrova Andrea Barzagli. Ecco i migliori e peggiori del turno

Nella 28a giornata di Serie A la Sampdoria continuna a volare superando anche l'Inter grazie alla punizione vincente di Eder. La Roma torna alla vittoria con un gol di De Rossi ma la Juventus lascia invariata la distanza a -14 battendo il Genoa con un gol di Tevez. 2-2 tra Udinese e Fiorentina mentre forti proteste a Napoli con il presidente De Laurentiis furioso contro l'arbitro Calvarese reo di non aver fischiato un fallo sul momentaneo vantaggio di Pinilla. Menez fa respirare Inzaghi e il Milan che vince 3-1 con il Cagliari, in coda vince solo il Chievo. Chi sono stati i migliori e peggiori del turno? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top - Martins Eder (Sampdoria)

La Sampdoria non si ferma più e trova la quarta vittoria consecutiva in campionato. Contro l'Inter decide Eder, appena convocato in azzurro da Conte, con una punizione perfetta che picchia sul palo e non lascia scampo ad Handanovic. Per il brasiliano è la settimana perfetta, premio meritato per un giocatore che negli ultimi due anni ha macinato chilometri difendendo e attaccando, requisito indispensabile per il credo tattico di Mihajlovic. Si avvicina nuovamente alla doppia cifra: 9 gol in 26 partite

Flop - Alejandro Gomez (Atalanta)

L'argentino sbaglia l'approccio al match e l'Atalanta rischia di pagare caro la sua ingenuità. Al 55' lascia gli uomini di Reja in dieci, un'inferiorità numerica che i nerazzurri pagano nel finale subendo il pareggio di Zapata. L'ex Catania alterna prestazioni di qualità a black out che si pagano caro, in più sembra aver perso smalto in fase realizzativa. In Sicilia è andato a segno per 16 volte, in 15 partite dal suo arrivo a Bergamo la casella dei gol resta invece ancora vuota. 

Top - Jeremy Menez (Milan)

Come accaduto spesso in questa stagione il francese si prende sulle spalle il Milan e regala una boccata d'ossigeno a Filippo Inzaghi. La doppietta con il Cagliari permette ai rossoneri di rialzarsi e di affrontare la pausa per la nazionale con maggiore tranquillità. Per l'ex romanista sono 15 reti in 28 partite e la classifica verso la zona Europa League si accorcia con i rossoneri ora a -1 dal Torino settimo. 

Flop - Maxime Lestienne (Genoa)

Il belga viene mandato in campo dal primo minuto ma l'effetto sorpresa di Gasperini non ottiene gli effetti sperati. L'ala dovrebbe cercare il dribbling per saltare l'uomo ma dalle sue parti la Juventus non soffre mai. Al 20' del secondo tempo l'allenatore rossoblu decide di cambiare e lo toglie per Laxalt. La scorsa estate era arrivato in Italia con il soprannome di "nuovo Robben" ma fino ad oggi il suo rendimento è stato nettamente sotto le aspettative. 

Top - Andrea Barzagli (Juventus)

La buona notizia in casa bianconera è il recupero del centrale che contro il Genoa dimostra di aver pienamente superato l'infortunio. Il suo intervento in extremis su Perotti ha il valore di un gol fatto e mantiene imbattuta la porta di Buffon. Con il campionato ormai deciso i pensieri vanno tutti alla Champions League, Allegri sa di avere una colonna portante in più su cui fare affidamento. 

Top - Mario Gomez (Fiorentina)

La strana stagione del tedesco continua con una doppietta a Udine che vale un punto importante nella rincorsa al terzo posto. Gomez segna prima di testa e poi con un destro preciso, due gol da bomber puro dopo un periodo dove tutto sembrava diventato difficile. La Fiorentina resta in corsa su tre fronti e l'apporto dell'ex Bayern nel finale di stagione potrebbe diventare determinante. 

Flop - Lukas Podolski (Inter)

L'oggetto misterioso dell'Inter offre l'ennsima prestazione insufficiente dal suo arrivo in Italia. Mancini fa riposare Palacio ma l'ex Arsenal non è la scelta più azzeccata: spesso in ritardo è in una condizione di forma da fine carriera, probabilmente perché lo è. Ancora a secco di gol dopo 10 partite, tutto lascia pensare che l'Inter gli abbia già prenotato il volo di ritorno per Londra. 

Top - Felipe Anderson (Lazio)

Continua il momento da sogno del brasiliano che contro il Verona segna la sua nona rete in serie A. I gol avrebbero potuto essere due se la traversa non avesse bloccato il suo destro dopo una progressione dirompente. I biancocelesti continuano la corsa alla Champions League, la Roma resta ad una sola lunghezza di distanza e i tifosi sognano un sorpasso che a settembre in pochi avrebbero pronosticato. 

Flop - Alessandro Lucarelli (Parma)

Il Parma perde la ventesima partita in campionato nella settimana del suo fallimento e il suo capitano perde la testa. Protesta troppo con l'arbitro Mariani che gli sventola due cartellini gialli in faccia nel giro di pochi secondi. La situazione degli emiliani lascia poco spazio ai commenti, il dispiacere per l'epilogo della società anche. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti