27a giornata - Fiorentina-Napoli, Tagliavento promosso alla prova scudetto
tratto da Mediaset Premium
27a giornata - Fiorentina-Napoli, Tagliavento promosso alla prova scudetto
Sport

27a giornata - Fiorentina-Napoli, Tagliavento promosso alla prova scudetto

Giusto annullare la rete di Higuain (fuorigioco) ed altre chiamate azzeccate dall'arbitro che si rilancia

Le designazioni di Messina per le sfide di Torino e Firenze hanno garantito un fine settimana abbastanza sereno agli arbitri italiani. Rocchi è stato quasi perfetto in Juve-Inter, tanto da rendere forse inutile il rinforzo di Rizzoli e Banti dietro le due porte. Messina aveva deciso di sperimentare una direzioni di gara a tre per un match tradizionalmente difficilissimo, ma Rocchi (che non andrà agli Europei) ha risposto alla grande da solo.

Bene anche Tagliavento in Fiorentina-Napoli e sufficiente la prova di Orsato nello scontro salvezza tra Sampdoria e Frosinone. Insomma, niente allarmi e niente polemiche eccessive e così Nicchi ha potuto lasciarsi andare ipotizzando una prossima comparsa degli arbitri in tv alla fine delle partite per discutere anche di eventuali errori. Non è la prima volta che viene annunciato e si vedrà. Per adesso rimane un bilancio positivo per i top e un po' meno in luce per gli altri che, però, devono avere il tempo per crescere.

Napoli-Fiorentina, ok annullare la rete di Higuain

Bene Tagliavento che non si fa condizionare da qualche chiamata sbagliata dei suoi assistenti. Quella che rischia di fare più danni è il mancato fuorigioco nell'azione che porta alla traversa di Tello, scattato al di là della linea dei difensori partenopei. Giusto annullare per offside la rete di Higuain nel finale che avrebbe regalato al Napoli la vittoria: posizione nettamente irregolare ed è bravo l'assistente di destra.

PER LEGGERE LA MOVIOLA DI FIORENTINA-NAPOLI CLICCA QUI

Juventus-Inter, rigore dubbio su Morata

Getty Images Sport

Ottima prestazione di Rocchi allo Stadium. Molto bene la gestione dei cartellini e delle tensioni di una gara che non è mai banale. L'unica discussione arriva nel finale sul rigore del 2-0 per i bianconeri. Non c'è dubbio che l'intervento di Miranda su Morata sia da penalty (molto ingenuo), ma prima c'è una robusta spinta dell'attaccante che sposta il difensore e Rocchi avrebbe potuto fermare tutto. Manca un giallo a Miranda su un fallo di mano non visto.

Milan-Torino, proteste granata

Il Torino chiede un rigore nel primo tempo sul risultato di 0-0: uscita di Donnarumma su Bruno Peres che Celi giudica corretta. Il portiere del Milan colpisce certamente il pallone e poi lo travolge. Le moviole assolvono il direttore di gara perché il contatto con la sfera è precedente a quello con l'avversario. Giusto annullare il gol di Bacca del 2-0: netto offside.

Carpi-Atalanta, pareggio con l'aiutino

Male Calvarese che trasforma in rigore un contatto abbastanza innocuo tra Borriello e Poli su un pallone vagante nell'area dei bergamaschi: la spinta c'è, ma le moviole certificano che si poteva sorvolare senza problema e, invece, viene concesso il penalty del pareggio del Carpi. In precedenza giusto convalidare il gol di Kurtic anche se ci sono due robusti contatti tra lo stesso Kurtic e Poli.

Chievo-Genoa, mancano due rigori

Pessima giornata anche per Fabbri. Dimentica due rigori, uno per parte, e rischia di condizionare la sfida del Bentegodi. Cesar prende per il collo e stende Luca Rigoni in area dopo una manata: era penalty e cartellino rosso ma l'arbitro lascia stare. Poi braccio largo di Lazovic su un cross di Nicola Rigoni che viene ignorato. Regolare la rete decisiva.

La classifica sintesi delle moviole dei quotidiani italiani

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 27° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Napoli 

63

+5

Juventus

60

-1

Fiorentina 

55

+2

Roma

53

=

Inter

50

+2

Milan 

49

+2

Lazio 

41

+4

Sassuolo 

39

-2

Empoli 

34

=

Torino

34

-1

Bologna

33

-2

Chievo

33

-1

Udinese

33

+3

Palermo

29

+2

Atalanta

28

-2

Genoa

26

-2

Sampdoria

25

-3

Frosinone

24

+1

Carpi

20

-1

Verona

14

-4

Ti potrebbe piacere anche

I più letti