25a serie A, top e flop: Glik ha una media gol da punta, Podolski passeggia
Getty Images
25a serie A, top e flop: Glik ha una media gol da punta, Podolski passeggia
Sport

25a serie A, top e flop: Glik ha una media gol da punta, Podolski passeggia

Ecco i migliori e peggiori del turno: prodezze di Tevez e Felipe Anderson, Muriel ancora in gol

La 25a giornata vede invariata la lotta scudetto con l'1-1 di Roma che lascia la Juventus a +9. Benzina sul fuoco invece nella lotta per la zona Champions League: la Fiorentina espugna San Siro grazie al gol partita di Salah mentre la Lazio va a vincere 3-0 a Reggio Emilia contro il Sassuolo. In zona salvezza crolla in casa il Cagliari nello scontro diretto con il Verona mentre il Cesena trova la vittoria contro l'Udinese di Stramaccioni. Delude il Milan che a Verona contro il Chievo non va oltre lo 0-0. Quali sono state le principali sorprese e delusioni in questo turno di campionato? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top -Kamil Glik (Torino)

Che settimana da sogno per i tifosi granata. Dopo il pareggio meritato a Firenze la vittoria d'Europa League a Bilbao ha fatto assaporare il gusto del blasone. La partita contro il Napoli è la ciliegina sulla torta e la firma non può che essere del capitano che si conferma anche bomber con il sesto gol in questo campionato. 6 reti in 20 partite, una media da attaccante per un giocatore che ha superato le 120 gare ufficiali con la maglia granata e si candida per un ruolo da protagonista anche in futuro. 

Flop - Josè Maria Callejon (Napoli)

Lo spagnolo aveva dato segnali di ripresa in Europa League ma contro il Torino è tra i peggiori degli uomini di Benitez. Non attacca gli spazi e non mostra lo scatto bruciante che lo ha reso una delle sorprese nella scorsa stagione. Un blackout in una stagione che resta comunque su alti livelli con numeri che parlano ancora chiaro: 9 reti in 24 presenze non sono un bottino di cui ci si può lamentare. Della sua prova contro i granata invece si, un nuovo stop che lascia lontana la Roma e favorisce Lazio e Fiorentina alle spalle. 

Top - Luis Muriel (Sampdoria)

Per la prima volta Mihajlovic lo schiera dall'inizio con Eto'o e Okaka, il colombiano ripaga con un gol di classe che rimette in parità il punteggio. La Samp torna a vincere dopo oltre un mese e il trio d'attacco scelto da Sinisa Mihajlovic sembra iniziare a carburare. Quota 39 raggiunta e un'iniezione d'ottimismo in vista del l'anticipo di sabato prossimo contro il Cagliari dove Muriel potrebbe partire titolare.

Top - Carlos Tevez (Juventus)

L'Apache non perdona e spazza via la Roma con una prodezza balistica che ricorda capolavori firmati da Pirlo e Platini. Il calcio di punizione con cui segna il gol del vantaggio bianconero è imparabile e vale la 15a rete in campionato che gli restituisce la vetta nella classifica cannonieri superando nuovamente Mauro Icardi.

Flop - Duje Cop (Cagliari)

Emblema di un Cagliari inoffensivo che perde nuovamente in casa nello scontro diretto con il Verona. Lui entra solo nella ripresa ma la sua inconsistenza si sente eccome. Era partito bene in serie A segnando alla sua prima partita in rossoblù, oggi sembra in difficoltà ogni volta che viene chiamato in causa. Il Cesena ha vinto a Udine e resta ad una sola lunghezza di ritardo, la squadra di Zola è sempre più invischiata nella zona retrocessione.

Top - Felipe Anderson (Lazio)

Il brasiliano torna a deliziare gli occhi del tifo biancoceleste con una prodezza che sblocca il risultato a Reggio Emilia in casa del Sassuolo. È il via per una sfida in discesa che termina 3-0 con le altre reti di Klose e Parolo. La rincorsa al terzo posto resiste, settimana prossima lo scontro diretto con la Fiorentina potrebbe dire tanto sulle ambizioni di Pioli. Sesto gol in trentadue presenze nella serie A, l'infortunio sembra solo un ricordo. 

Flop - Lukas Podolski (Inter)

Talmente lento e fuori condizione che anche al momento della sostituzione, con l'Inter in svantaggio, passeggia verso l'uscita senza accennare neanche la corsa. Per San Siro è la goccia che fa traboccare il vaso, piovono fischi copiosi. I compagni di reparto non lo aiutano ma l'ex Arsenal è sicuramente la novità del mercato invernale meno positiva fino ad oggi. Dopo tre vittorie consecutive i nerazzurri devono ripartire, quota 35 resta ancora lontana dalle battaglie interessanti della classifica. 

Top - Mohamed Salah (Fiorentina)

L'egiziano non si ferma più e segna il suo terzo gol consecutivo in serie A. A San Siro parte dalla panchina ma l'infortunio a Babacar stravolge i piani già sul finire del primo tempo. Mostra di avere classe pura e al 10' della ripresa non perdona alla prima occasione. Montella sale a quota 42, settimana prossima contro la Lazio i viola si giocheranno lo scontro diretto in un ottimo stato di forma. Il riscatto dell'egiziano è a 15 milioni, i Della Valle vorrebbero prima il rinnovo del prestito ad un milione per il prossimo anno. Il talento c'è e fa la differenza.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti