Sport

20 anni fa nasceva il "Dream Team"

Da Jordan a LeBron, oggi come allora i più forti dell'NBA a caccia dell'oro olimpico

Sono passate due decadi da quando la federazione americana di basket decise che ora di mandare i professionisti della NBA (prima di allora le olimpiadi le giocavano gli universitari) a riconquistare l'oro olimpico perso quattro anni prima. Per farlo non bastava vincere, bisognava surclassare gli avversari. E' cosi che nacque il primo "Dream Team", la squadra dei sogni composta da leggende più che da semplici giocatori, come Michael Jordan, Magic Johnson, Larry Bird, Charles Barkley... Da allora la nazionale americana di basket è passata attraverso vittorie scontate e momenti in cui i sogni si sono trasformati in incubi (vedi la sconfitta in semifinale ad Atene 2004 per mano dell'Argentina).

Ora il Dream Team (versione 2012) è di nuovo pronto a partire in missione per Londra. L'obiettivo, come sempre, può essere solo la medaglia d'oro. Molti di loro l'hanno già vinta a Pechino. Proveranno a ribadire, ancora una volta, che i più forti sono loro.

Michael Jordan scherza con Magic Johnson. La squadra americana vinse tutte le partite (compresa la finale con la Croazia) con una media di quasi 44 punti di scarto (Credits: AP Photo/John Gaps)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti