19a serie A, top e flop: prima stecca per Menez, Pogba è inarrestabile
Getty Images
19a serie A, top e flop: prima stecca per Menez, Pogba è inarrestabile
Sport

19a serie A, top e flop: prima stecca per Menez, Pogba è inarrestabile

Joao Pedro del Cagliari sorprende ancora, Berisha da dimenticare. Sorpresa Fetfatzidis, male Mauro Icardi

Dopo la 19a giornata la Juventus allunga ulteriormente sulla Roma portandosi a +5. Colpo del Napoli che supera la Lazio all'Olimpico di Roma grazie ad un gol di Higuain e si prende il terzo posto a 33 punti a pari con la Sampdoria di Mihajlovic che espugna anche Parma in attesa dell'arrivo di Samuel Eto'o. La Fiorentina vince in extremis a Verona contro il Chievo e supera il Genoa fermato in casa dal Sassuolo di un super Berardi. In coda cadono ancora Cesena e Parma mentre il Cagliari strappa un punto d'oro a Udine con il rigore di Avelar nel recupero. Chi sono stati i migliori e peggiori giocatori del turno? Per scoprirlo continua a cliccare...

Flop - Jeremy Menez (Milan)

Peggior partita dal suo ritorno in Italia. Da un suo tacco lezioso nasce il vantaggio dell'Atalanta con Denis. Replica perdendo nuovamente palla poco dopo nello stesso modo e San Siro lo becca per la prima volta con la maglia rossonera. Sembrava essere partito bene ma è scomparso già dopo la prima mezz'ora. Peccato per la punizione finita a lato di poco e il Milan si ritrova a dover fare i conti con la seconda sconfitta consecutiva interna del 2015

Top - Mattia Destro (Roma)

Resta? Va via? Il calciomercato non distrae l'ex punta dell'Inter che anche a Palermo timbra il suo nome sul tabellino con un gol fondamentale per tenere viva la lotta scudetto. La squadra di Rudi Garcia non è la stessa di inizio campionato ma il numero 22 è il più pericoloso tra i giallorossi, privarsene potrebbe essere un grave errore...

Flop - Etrit Berisha (Lazio)

Il portiere albanese della Lazio commette un'errore grave che potrebbe costare tanto ai biancocelesti nella lotta per il terzo posto. Il tiro di Higuain è potente ma troppo defilato e solo un suo errore di posizione permette al pallone di insaccarsi sotto l'incrocio dalla parte del palo di sua competenza. 

Top - Paul Pogba (Juventus)

Il francese vive un momento di forma strepitoso e gli amanti del calcio hanno ormai finito ogni aggettivo per le sue giocate. A tratti gli riescono cose che neppure al primo Zidane, la vittima sacrificale è di nuovo il Verona che va sotto a pochi minuti dall'inizio grazie ad un suo splendido destro a giro. Da sogno anche il velo per il raddoppio di Tevez

Flop - Rafael Marques (Verona)

Difficile scegliere il peggiore in una difesa che riesce a subire dieci gol in due partite. Rafa Marquez impazzisce dietro a Tevez e Morata ma il suo quasi omonimo è quello che soffre di più quando la Juventus attacca. Ha pesanti responsabilità sul primo gol di Tevez e sul 3-0 di Pereyra ma anche con la palla al piede e in fase di impostazione dimostra di essere in giornata no. L'ennesima. 

Top - Joao Pedro (Cagliari)

Segna un gran gol in un campo difficile come Udine e offre belle giocate per gran parte del match. Il suo cagliari strappa un pareggio fondamentale per la lotta salvezza, i punti per riuscirci passeranno anche dalle sue giocate e dai suoi assist

Flop - Mauro Icardi (Inter)

L'Inter non va oltre lo zero a zero contro l'Empoli in una partita difficile che viene riassunta dalla prestazione dell'argentino. Isolato in avanti, poco servito dai compagni, incapace di pungere. Mancini lo fa pagare per tutti e al 59' lo toglie per lasciare spazio a Mateo Kovacic. 

Top - Ioannis Fetfatzidis (Genoa)

Il piccolo greco segna una doppietta preziosa che tiene a galla il Genoa contro un avversario ostico come il Sassuolo. La prima rete è un mix di tecnica e velocità che non lasciano scampo a Consigli e nel recupero calcia il rigore decisivo con una tranquillità da vero giocatore: palla forte e precisa all'incrocio dei pali ed esultanza che spazza via lo spettro della sconfitta

Flop - Gabriel Paletta (Parma)

Gli emiliani sembrano ormai rassegnati alla retrocessione nonostante manchi tutti il girone di ritorno. 9 punti al giro di boa sono un dato sportivamente drammatico e anche contro la Sampdoria i patemi gialloblù nascono da una difesa che non sembra azzeccarne una. L'argnetino è il più in difficoltà e contro Eder vive una domenica da incubo

Ti potrebbe piacere anche

I più letti