17a Serie A, top e flop: Dybala è la rivelazione, Gomez delude Firenze
Getty Images
17a Serie A, top e flop: Dybala è la rivelazione, Gomez delude Firenze
Sport

17a Serie A, top e flop: Dybala è la rivelazione, Gomez delude Firenze

La Lazio vince e convince con Felipe Anderson, Zaza risolve la sfida tra Milan e Sassuolo con una prodezza

La 17^ giornata di Serie A si conclude con il posticipo tra Juventus e Inter che accorcia le distanze tra la squadra di Rudi Garcia e quella di Massimiliano Allegri. Dopo i tre punti a Udine dei giallorossi e l'1-1 dei nerazzurri a Torino c'è infatti una sola lunghezza di distanza tra le due pretendenti al titolo. Si rialza il Parma che vince contro la Fiorentina mentre il Sassuolo espugna San Siro per la prima volta nella sua storia grazie alla prodezza di Simone Zaza. La Lazio polverizza la Sampdoria di Mihajlovic mentre il Napoli ne segna 4 al Cesena nel giorno del saluto a Pino Daniele. Chi sono stati i migl iori e i peggiori in campo dell'ultimo turno? Per scoprirlo continuate a cliccare...

Top - Paulo Dybala (Palermo)

La squadra di Iachini vola e ringrazia il rendimento del suo puntero argentino, 9 reti in 17 partite che fanno gongolare il presidente Zamparini. "Lo venderemo a 40 milioni, sarà meglio di Cavani", aveva dichiarato in estate il vulcanico patron. I fatti sembrano dargli ragione e i rosanero spazzano via il Cagliari del neo arrivato Gianfranco Zola con cinque gol che non lasciano possbilità di appello

Flop - Simone Colombi (Cagliari)

Giornata da incubo per il portiere sardo che raccoglie per ben cinque volte il pallone nella sua rete. Sul primo gol si ha la netta sensazione che avrebbe potuto fare qualcosa di più così come sull'azione che porta al rigore. Nonostante l'addio di Zeman i rossoblù si ritrovano con gli stessi problemi e una difesa colabrodo che fa tremare i tifosi: Magic Box dovrà cercare qualche ricetta miracolosa o la stagione dei sardi rischia di diventare un'eterna rincorsa...

Top - Simone Zaza (Sassuolo)

Gli emiliani conquistano la prima vittoria a San Siro della loro storia e lo fanno grazie alla prodezza dell'attaccante azzurro. Zaza inventa un gol da cineteca che vale i tre punti per la squadra di Di Francesco e lo conferma tra gli attaccanti più interessanti di nuova generazione. Antonio Conte ci ha visto lungo e vuole continuare a puntare su di lui che sembra avere un futuro sempre più bianconero...

Flop - Mario Gomez (Fiorentina)

Sbaglia un rigore e la Fiorentina perde contro il fanalino di coda Parma. Continua l'incubo dell'attaccante tedesco, arrivato come un top player e mai recuperato dopo il brutto infortunio patito nella scorsa stagione. Allo Stoccarda la sua media gol era di 0,55, al Bayern Monaco di 0,64, in nazionale dello 0,41 e in viola.... 0,11. Disastro totale.

Top - Felipe Anderson (Lazio)

La Lazio di Pioli strapazza la Sampdoria nella sfida per il terzo posto e all'Olimpico è standing ovation per il trequartista brasiliano che sforna assist e gol. Dopo un primo anno di ambientamento sembra aver finalmente capito i ritmi del calcio italiano e l'universo Lazio punta forte su di lui per il futuro nella speranza di aver azzeccato l'identikit dell'erede di Hernanes

Flop - Andrea Ranocchia (Inter)

I tifosi nerazzurri non accettano ancora che la fascia di capitano sia andata a lui. Soffre troppo nell'uno contro uno e dà l'idea di poter essere saltato ogni volta che viene puntato dagli avversari. Troppi svarioni nelle ultime partite ma con l'esclusione di Vidic le scelte di Mancini sono limitate. Il mercato potrebbe portare novità ma la pazienza degli interisti è agli sgoccioli...

Top - Marek Hamsik (Napoli)

Lo slovacco torna tra i top della serie A grazie all'ottima prova di Cesena. Splendido il suggerimento per il primo gol di Higuain ed è fondamentale anche nell'azione che porta al gol dell'1-0 di Callejon. Torna al gol (con una deviazione netta e determinante) e guida il centrocampo azzurro con esperienza e classe

Flop - Fabrizio Cacciatore (Sampdoria)

La squadra di Mihajlovic viene spazzata via dalla Lazio e l'ex esterno del Verona è tra i peggiori in campo. Un suo errore permette a Djordjevic di involarsi verso Viviano e troppo spesso sembra in ritardo sugli avversari. Nel finale segna anche un gol ma l'arbitro lo annulla per un netto fuorigioco. La Samp senza Gabbiadini incassa la sua seconda sconfitta stagionale, la peggior prova dell'era Mihajlovic

Top - Antonio Mirante (Parma)

E' lui il protagonista assoluto nel ritorno alla vittoria dei ducali. Para il rigore a Mario Gomez che lascia inviolata la porta gialloblù dopo un periodo davvero difficile. Oltre al penalty è sempre sicuro e decisivo in almeno altre tre occasioni, un riscatto anche personale dopo una serie di prestazioni difficili che lo avevano portato in panchina

Flop - Maxime Lestienne (Genoa)

L'esterno belga paragonato a Robben fatica ancora a mostrare il genio di cui tutti parlano. Contro l'Atalanta Gasperini lo schiera sulla sinistra ma lui non riesce mai a saltare l'uomo e a dare la superiorità numerica ai suoi. Ad oggi non è riuscito a dar ragione a tutti coloro che lo hanno descritto come fenomeno...

Ti potrebbe piacere anche

I più letti