16a Serie A, top e flop: prime doppiette per Anderson e Glick, Ranocchia da incubo
Getty Images
16a Serie A, top e flop: prime doppiette per Anderson e Glick, Ranocchia da incubo
Sport

16a Serie A, top e flop: prime doppiette per Anderson e Glick, Ranocchia da incubo

Tra i migliori del turno anche Vazquez del Palermo e Mexes, delude ancora il rossonero Pablo Armero

La 16a giornata di serie A è l'ultima dell'anno solare 2014 e si chiude con la Juventus nuovamente in allungo sulla Roma. Bianconeri che vincono a Cagliari mentre la squadra di Garcia viene fermata sullo 0-0 dal Milan di Inzaghi. L'Inter di Mancini va sotto due volte con la Lazio ma recupera grazie ad una prodezza di Kovacic e al ritorno al gol di Palacio. A 27 punti con i biancocelesti anche la Sampdoria che pareggia 2-2 con l'Udinese e il Napoli, 2-0 sul fantasma Parma. In zona salvezza colpaccio del Chievo Verona che vince il derby grazie a Paloschi che segna in netto fuorigioco. Chi sono stati i migliori e peggiori del turno? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top - Felipe Anderson (Lazio)

Prima doppietta in serie A per il brasiliano ex Santos, con il sorriso nonostante il pareggio subito dai suoi in rimonta. Ha ammesso la stima reciproca con il tecnico Pioli "mi fa giocare liberamente, sto bene" e accarezzato la vittoria a San Siro. A Roma sperano sia arrivato il momento della definitiva esplosione, il 2015 potrebbe essere l'anno giusto per imporsi.

Flop - Dodò (Inter)

La bocciatura definitiva del brasiliano sfocia nella sostituzione pochi istanti prima del fischio al 45'. In fase difensiva è imbarazzante ma anche quella offensiva non convince nessuno: non crossa, non aggredisce l'uomo, non fa mai quello che chiede il tecnico. Che non aspetta neppure l'intervallo per dargli il benservito tra i fischi di tutto San Siro

Top - Franco Vazquez (Palermo)

Il Palermo di Iachini continua a giocare un bel calcio grazie anche alle ottime prove dei suoi argentini: Dybala fa già gola ai grandi club ma anche l'ex del Rayo Vallecano mostra spunti da talento vero. Il primo gol a Bergamo è degno dei fuoriclasse, un colpo sotto da guardare e riguardare. Se non fosse per le amnesie difensive il Natale palermitano sarebbe più dolce. Zamparini può comunque festeggiare orgoglioso, i rosanero sono vivi più che mai.

Flop - Andrea Ranocchia (Inter)

Che disastro. L'Inter trova il pareggio ma San Siro ha da ridire su tanto, anche sulla prestazione del centrale, capitano che non piace a tanti. Per lui doppietta di errori: sul primo gol si fa superare da Felipe Anderson mentre il secondo nasce da un suo rinvio sbagliato. Sommando la bocciatura di Dodò e i fischi a Guarin il punto conquistato non può che essere visto come bicchiere mezzo pieno.

Top - Kamil Glick (Torino)

Così come Felipe Anderson della Lazio il capitano granata realizza la sua prima doppietta in Serie A. Due gol che valgono oro, regalo di Natale inaspettato contro un Genoa che vede svanire il terzo posto. Glick è nelle mischie che contano, prima segna lasciato solo sul secondo palo poi mette in rete il gol che fisserà il risultato finale sul 2-1. Ventura gongola, tre punti prima delle vacanze sono sempre il meglio che si possa chiedere.

Top - Philippe Mexes (Milan)

Il francese gioca una buona partita così come gran parte della retroguardia rossonera (con un ottimo Diego Lopez). Il Milan riesce così ad uscire dall'Olimpico con un buon punto mentre Inzaghi festeggia il Natale con tante certezze in più su un giocatore che sembrava ormai epurato dal progetto. L'intesa con Zapata cresce, evitando blackout gravi il Milan potrebbe aver finalmente trovato la sua quadratura dietro, anche se il prossimo flop...

Flop - Pablo Armero (Milan)

Ottima partita di Zapata Mexes e Diego Lopez ma lo stesso non si può dire per il terzino ex Napoli e Udinese. Fatica in marcatura, è evidente. Quel che è peggio sono gli errori come in occasione del secondo giallo, un'inferiorità numerica che avrebbe potuto costare. Il colombiano sembra essersi un po' perso e il mercato potrebbe portare importanti novità in quella zona del campo...

Top - Arturo Vidal (Juventus)

Dallo scorso anno la sua situazione si era complicata. Prima la corte del Manchester United, poi infortuni e multe per i party di troppo. La condizione fisica post mondiale non ha aiutato e la ripresa è sembrata più lenta del solito. Il cileno però c'è e cresce costantemente, pronto a tornare ai soliti livelli. Quinta rete in campionato, interrompere un momento così con le feste potrebbe fargli più male che bene. Sempre presente, mostra la sua classe a Zeman che cade ancora al Sant'Elia

Top - Lorenzo Tonelli (Empoli)

Il fiorentino che segna a Firenze. Quarto gol stagionale per un pareggio che pesa come un macigno. "Ho già messo in conto di prendermi qualche insulto dai miei amici, ma è stato emozionante segnare nello stadio della mia città". Il gol non è però che la ciliegina sulla torta, in difesa sempre puntuale. Per l'Empoli di Sarri si è dimostrato insostituibile.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti