15a serie A, top e flop: Milano sorride con Kovacic e Menez, che papera Karnezis
Getty Images
15a serie A, top e flop: Milano sorride con Kovacic e Menez, che papera Karnezis
Sport

15a serie A, top e flop: Milano sorride con Kovacic e Menez, che papera Karnezis

Tra i migliori c'è anche Sinisa Mihajlovic che ha fermato la Juventus, giornata da dimenticare per Koulibaly e per il Napoli

Nella 16a giornata di Serie A la Roma rosicchia due punti alla Juventus andando a vincere sul difficile campo del Genoa. A Marassi decide un gol di Nainggolan dopo che nell'anticipo delle 12,30 Gabbiadini aveva frenato la corsa bianconera segnando il gol dell'1-1 finale. Sorridono le milanesi che affondano Napoli e Chievo Verona mentre sono stati prive di gol e di emzioni Empoli - Torino e Parma - Cagliari. Il Verona espugna Udine grazie anche al 300° gol da professionista di Luca Toni mentre inizia male l'avventura di Di Carlo sul Cesena che ne prende 4 in casa dalla Fiorentina. Chi sono stati i migliori e peggiori del turno? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top - Radja Nainggolan (Roma)

Dopo la brutta eliminazione in Champions League i giallorossi rialzano la testa in campionato prendendo due punti alla Juventus, bloccata in casa dalla Sampdoria. Il centrocampista belga è tra i migliori in campo contro il Genoa e non solo per lo splendido gol partita con una mezza rovesciata che non dà scampo a Lamanna. Il centrocampo è suo, spezza il gioco avversario e si ripropone in avanti: indispensabile per Rudi Garcia.

Flop - Orestis Karnezis (Udinese)

L'Udinese perde in casa contro il Verona e le colpe più gravi vanno al portiere greco che sul tiro non irresistibile di Lazaros commette un errore tecnico imperdonabile facendosi passare il pallone in mezzo alle gambe. Per i friulani è nuovo stop in campionato proprio all'ennesima prova di maturità e domenica prossima ci sarà l'importante test a Genova contro la Sampdoria.

Top - Luca Toni (Verona)

Il numero 9 di Mandorlini contribuisce alla vittoria del Verona a Udine segnando il gol numero 300 di una carriera infinita. Lo davano per bollito già quattro anni fa, invece è ancora in campo a lottare, segnare e togliere dai guai i gialloblù che tornano alla vittoria esterna dopo un periodo non facile. 25^ rete con la maglia del Verona in neanche un anno e mezzo e ancora tanta voglia di stupire

Top - Jeremy Menez (Milan)

Anche contro il Napoli il francese mette a referto un'altra prova da sogno, coronata dall'ottavo gol in campionato. Stella del nuovo Milan è il vero colpo del mercato rossonero: gioca da falso nueve e manda nel panico la difesa azzurra con dribbling, scatti e progressioni che lo fanno sembrare di un altro livello. Forse perché in questo Milan, semplicemente, lo è.

Flop - Kalidou Koulibaly (Napoli)

Il centrale di Benitez è in giornata no e la sua prova é riassunta nell'azione del vantaggio rossonero: Menez lo salta in velocità con una semplicità che imbarazza e non sembra aver niente a che fare con il giocatore visto nelle prime 15 giornate. Meno esplosivo del solito fatica troppo nel contrastare attaccanti e inserimenti dei centrocampisti rossoneri. E il Napoli sembra nuovamente in crisi...

Top - Sinisa Mihajlovic (Sampdoria)

Dopo 25 vittorie consecutive in casa la Juventus si ferma contro i blucerchiati guidati dal serbo. La Samp parte male ma nella ripresa Sinisa manda in campo Gabbiadini, l'uomo che cambia la partita e pareggia la rete iniziale di Evrà. I blucerchiati restano l'unica squadra della Serie A insieme alla capolista ad aver perso una sola partita, per lora sono loro e il Genoa la rivelazione del campionato 2014/2015

Flop - Massimo Volta (Cesena)

Sbaglia il rinvio in occasione del vantaggio viola e lascia i suoi in dieci per una doppia ammonizione. Domenica da dimenticare per i romagnoli che non hanno trovato la scossa dopo l'esonero di Bisoli. Raramente l'esordio di Di Carlo avrebbe potuto essere più complicato...

Top - Mateo Kovacic (Inter)

L'Inter espugna Verona sponda Chievo con una delle prove più convincenti della stagione. La squadra di Mancini inizia ad assimilare i dettami tattici del nuovo tecnico e tra i migliori in campo c'è il talentino croato che sblocca il risultato con un bel gol e regala giocate di alto livello per tutto il match. La rinascita nerazzurra passerà inevitabilmente anche dal rendimento del suo numero dieci

Ti potrebbe piacere anche

I più letti