X Factor 7: Lorenzo è il primo eliminato

Il cantautore toscano ha finito la sua avventura nel loft e Morgan ha perso, non senza polemiche, il suo primo concorrente

Lorenzo da X Factor 7

Alessia Sironi

-

È Lorenzo Iuracà il primo ad essere stato eliminato dall’edizione 2013 di X Factor, giunto ormai alla sua settima tappa. Ed è un Morgan infuriato quello che per primo deve rinunciare a un suo concorrente. Volevamo il caos, la bagarre e i veleni già dalla prima puntata? Così è stato, senza neanche andare troppo per il sottile X Factor 7 è partito, anzi finito, col botto. Finale. Per mandare a casa Lorenzo dopo il ballottaggio con la boy band dei Freeboys di Simona Ventura sono stati decisivi i voti di Elio e Mika, che hanno preferito far proseguire nella gara i nuovi One Direction al posto del simpatico toscanaccio. E se tutta la diretta della prima puntata è stata all’insegna del “volemose bene”, ecco invece che nel post gara Morgan si è scatenato con il suo pungiglione al veleno annunciando: "Verdetto vaneggiante e delirante dei giudici. Elio tu vai contro di me, da sempre – a questo punto il collega si alza e se ne va - e sei pure permaloso". Peccato per il biondo Morgan (sì, si è presentato con un taglio quasi militaresco ma dal colore monroeiano) che aveva definito il “suo” Lorenzo un “incazzoso sentimentale”. Sembrava avere parecchie chance.

Lorenzo non sembri così “incazzoso” come ti ha definito Morgan…

“Dici? Perché sono uno simpatico…(ride), ma in realtà sono incazzato nero”.

Come è stato il tuo rapporto con Morgan, sei d’accordo con la sua gestione?

“Sì certamente, mi sono trovato bene sia con lui che con tutta la mia squadra. È stato bello avere un personaggio del suo calibro come mentore ed essere trattato però alla stessa stregua. Fin da subito ci ha messo a nostro agio e ci ha dato fiducia. E mi ha fatto molto piacere la reazione che ha avuto alla mia eliminazione perché ha dimostrato di tenerci”.

Ti sei sentito svantaggiato come ha detto il tuo team leader?

“No, non mi sono sentito svantaggiato però, non so come spiegarti, ma avevo la netta sensazione, fin da subito, che sarei andato in ballottaggio contro i Freeboys. L’ho detto anche di fronte alle telecamere e a Morgan che me lo sentivo e che non avevo paura del confronto. Anche quando lui mi ha confessato che mi davano per sfavorito io ho pensato che avrei dovuto giocarmela fino all’ultimo”.

Pensi ti abbia danneggiato la scelta di cantare un brano di Luigi Tenco?

“Non credo. Io mi sento un cantautore più che un cantante. Fare un pezzo che non conosceva praticamente nessuno mi ha permesso di interpretarlo come meglio credevo e di tirar fuori il vero me stesso. Credo comunque che durante il televoto questo non sia stato capito: non penso però si possa giudicare un’artista solo in base a una canzone. Anche perché il mio compito era quello di sperimentare”.

Qual è il tuo più grande rammarico?

“Quello di non essere arrivato agli “inediti”: avrei sicuramente presentato una mia canzone”

Quale dei tuoi colleghi ti è piaciuto di più?

“Gaia è stata la più forte di tutti”.

Per chi fai il tifo?

“Difficile dirlo. Da una parte non posso che sostenere la ma squadra con cui ho davvero legato molto. Dall’altra però spero vinca Gaia perché se lo merita: è una ragazza semplice ma quadrata, sa quello che vuole”.

Cosa ti aspetti e cosa ti aspetta ora?

“Mi aspetto che qualcosa nella mia vita cambi e che questo sia solo l’inizio di un percorso che mi porterà a realizzare il mio sogno e cioè quello di fare il cantautore. Però, come ho detto si tratta di una speranza: io nella mia vita ho sempre cercato di realizzare i miei desideri e ho sempre creduto in quello che facevo. Perché se uno crede realmente che possa accadere qualcosa, prima o poi quel qualcosa succede”.

Un ultima domanda: cos’hai pensato quando hai visto Morgan biondo platino?

“Prima mi è venuto un colpo, poi ho pensato fosse uguale a Massimo Ceccherini ne “La mia vita a stelle e strisce”.

© Riproduzione Riservata

Commenti