Società

Terminati i giochi invernali, è il momento di dedicarsi agli sport “bizzarri”

Dalla "stiratura in condizioni estreme" al "lancio del nano", ecco le “discipline” più strane del mondo

Pochi sanno che gli sport olimpici non sono gli unici ad avere alle spalle una lunga tradizione. Ce ne sono altri, particolarmente bizzarri, che oltre a far divertire chi vi partecipa e chi vi assiste, vantano una storia interessante accompagnata da leggende, curiosità e aneddoti legati al territorio di provenienza. Australia, Sudamerica, Oriente e Vecchio Continente, ogni luogo ha dato i natali a discipline e competizioni ben poco ortodosse

www.cheese-wheel.com

Che relazione c'è tra il pericolo e il formaggio? "Nessuna", diranno tutti coloro che non conoscono il "cheeserolling", uno sport nato, pare, già ai tempi dei romani come parte di un rito pagano. Consiste nel lanciarsi giù da una montagna appresso ad una forma di formaggio che rotola arrivando ad una velocità di 110 chilometri orari. Chi taglia per primo il traguardo si porta a casa il goloso premio ma anche fratture, denti rotti, commozione cerebrale, distorsioni, lividi, tagli, caviglie slogate e tutta una serie di graffi che si rimargineranno non prima di trenta giorni. Anche le donne possono praticare questo sport: molte usano la tecnica del "lato b", ossia saltellano sul sedere fino al traguardo rotolando poco e rimbalzando molto. In questo caso l'abbondanza premia: più abbondante è il posteriore, meno scomoda è la discesa

Ti potrebbe piacere anche

I più letti