Stesso lavoro, più complicità (e competizione?)

Secondo un sondaggio, lavorare gomito a gomito col partner aumenta la passione, ma non solo

Lavorare insieme potrebbe far bene al rapporto di coppia, secondo un recente sondaggio. Credits: Getty Images.

Eleonora Lorusso

-

Chi non si è mai innamorato sul posto di lavoro, alzi la mano. Sono in molti a trovare l'anima gemella proprio in ufficio, moltissimi coloro che hanno semplicemente avuto una relazione, poi finita. E proprio sull'influenza del lavoro sugli affari di cuore il dibattito è più che mai aperto. Da un lato ci sono coloro che sostengono che lavorare gomito a gomito favorisce l'intesa nella coppia, dall'altro ci sono quelli che invece scansano come il fuoco la commistione tra amore e lavoro.

A dar man forte ai primi arriva ora un sondaggio secondo il quale proprio il fatto di condividere gioie e dolori della vita lavorativa aumenta la complicità a due. Non solo: a crescere sarebbe anche la passione. Secondo il 53% degli intervistati nell'ambito di una ricerca condotta dal team di Eliana Monti, club specializzato nella ricerca dell'anima gemella, non solo ha ammesso di aver avuto una relazione sul posto di lavoro o di essersi innamorato proprio grazie al proprio mestiere, ma addirittura ha dichiarato che la relazione ha beneficiato della vicinanza anche durante le ore lavorative.

Insomma, altro che noia o eccessiva vicinanza: il fatto di poter condividere problematiche, realtà e colleghi sembra infatti rafforzare l'unità di coppia e con essa la comlicità, anche sotto le lenzuola. Circa un terzo degli intervistati, invece, ha manifestato qualche perplessità, sostenendo che il rischio di condividere anche l'ambiente lavorativo e le conoscenze che ne derivano è quello di appiattirsi e finire col parlare solo di questo, cancellando altri interessi.

A parlare di vero e proprio "pericolo" per la stabilità di un rapporto a due, invece, è stato il 20% di coloro che hanno partecipato alla ricerca: in questo caso il rischio è quello di ingaggiare una vera (e poco sana) competizione col partner, sul terreno del lavoro. Le occasioni di dibattito, divergenza di idee, voglia di primeggiare sarebbero infatti moltiplicate, con la conseguenza di far aumentare le liti tra coniugi o fidanzati, ben oltre le pareti domestiche.

Chissà che cosa ne pensano i vip che fanno coppia anche nella vita privata o che si sono conosciuti proprio grazie al lavoro: da Maria DE Filippi e Maurizio Costanzo, a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, che insieme hanno vinto tre Oscar, passando per Brad Pitt e Angelina Jolie e i tennisti Andre Agassi e Stefi Graff. Certo esistono anche coloro che scoppiano e, tra molti esempi, i più recenti sono Michael Douglas e Catherine Zeta-JonesMonica Bellucci e Vincent Cassel.  

© Riproduzione Riservata

Commenti