sesso
Sex & Love

Sempre più giovani sono porno dipendenti

Otto ragazzi su dieci tra i 18 e 20 anni frequentano abitualmente i siti a luci rosse

Tra i 18 e i 20 anni, figli unici e con entrambi i genitori che lavorano fuori casa. E' questo l'identikit del giovane porno dipendente, parte di quel 78% di giovani che frequenta con assiduità siti hard compromettendo la propria salute e la propria educazione sessuale. I dati sono emersi da uno studio condotto dall'Università di Padova e pubblicato sul Journal of Adolescent Medicin Health che ha mostrato come, con percentuali differenti, 8 adolescenti su 10 navigano su YouPorn e simili più volte al mese.

Numeri in costante crescita che fanno preoccupare i sessuologi. Pare, infatti, che il 10% di coloro che navigano ritenga questa una patologia e sia consapevole di avere una dipendenza da porno.

Vista la giovane età dei pornonauti il 25% degli habituè delle luci rosse rischia di avere problemi sessuali seri come eiaculazione precoce e problemi d'erezione.

Perchè? La realtà, in più delle volte, non è all'altezza della fantasia e la distorsione del corretto concetto di sessualità proietta nei giovani un senso di inadeguatezza sia nei confronti di se stessi sia delle eventuali compagne, mai "all'altezza" degli standar delle professioniste del sesso. Per questo si finisce imprigionati in una rete di sesso virtuale che appaga la fanstasia ma non il corpo e rende sterile il sentimento della passione fresca tipica dell'adolescenza.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Faremo sesso con i robot nel 2050

È la convinzione di una psicologa americana che al Wall Street Journal ha spiegato quanto sarà semplice slacciare un reggiseno di metallo

Commenti