Porno online: arrivano le Feste e cambiano le abitudini

Cronaca, calcio e festività modificano gli usi degli utenti dei siti a luci rosse

– Credits: Gettyimages

Barbara Pepi

-

Non ci volevano, certo, i guru della sondaggistica per confermare che (almeno) a Natale gli uomini sono più impegnati a festeggiare in famiglia piuttosto che andare a visitare i siti porno, ma i dati che arrivano dal portale PornHub rivelano interessanti aspetti dei comportamenti sociali degli internauti a luci rosse.

Si scopre così che lo scorso primo luglio allo stadio Olimpio di Kiev mentre si giocava la finale degli Europei tra Spagna e Italia è avvenuto un crollo del traffico online dei siti a luci rosse addirittura del 40% nel nostro Paese e del 35% in quello dei nostri avversari.

 Anche a Natale succede la stessa cosa e, a causa dei computer che stanno spenti,  i click sui siti porno, lo scorso anno, sono scesi del 16% sulla media la notte della vigilia e  addirittura del 25% il giorno di Natale. E il trend è confermato anche a Capodanno, con un crollo del 50% il 31 dicembre e del 31% il primo giorno del nuovo anno.

Diverso l'effetto che alcuni fatti di cronaca hanno sul trend del traffico. Ad esempio, durante il matrimonio di William e Kate nell'aprile del 2011, mentre gli inglesi sventolavano la Union Jack e non pensavano certo al web hard, il resto del mondo, da casa, interrogava internet alla ricerca di immagini hot di Kate e Pippa Middleton con un incremento del 7% di visite di siti porno con quelle chiavi d'accesso

A stuzzicare gli appetiti degli utenti a luci rosse anche il volo spaziale di Felix Baumgartner: complice il fatto di essere già davanti al pc, dopo il brivido del salto nel vuoto dell'astronauta, gli utenti ne hanno approfittato per concedersi qualche minuto di relax a luci rosse con una crescita dei click hot del 5%.  

© Riproduzione Riservata

Commenti