Lucignolo sdogana la “z.....a etica”

Ne abbiamo sentite tante, ma la “zoccola etica” ci mancava… Ieri sera, guardando Lucignolo, siamo stati messi al corrente di questa nuova categoria. E dei “poliamori”

Marina Jonna

-

Jade, insegnante, si è presentata così: 37 anni, viso struccato, vestiti normali, linguaggio appropriato e in allegra compagnia del suo cane.

Ma quello che ha raccontato, con una naturalezza incredibile, è la teoria dei poliamori. Con la dichiarazione iniziale di essere una “zoccola etica” (quest’ultimo aggettivo sottolineato e ritenuto fondamentale dall'intervistata).

In pratica la suddetta ragazza di fidanzati ne ha sette, 6 uomini e una donna. Il termine "etica” deriva dal fatto che tutti i suoi partner (assolutamente non "fidanzati”) siano a conoscenza degli altri. E a loro stia bene così.

L’elenco è così fatto: uno residente a Bologna, uno a Milano, 3 in California e due a Berlino.

Mettendo tutti al corrente degli altri, non si rischia di fare male a nessuno (e, a quanto pare, anche i partner di Jade ne hanno altrettanti in giro).

Nessuno dunque si sente né traditore né tradito: sono solo poliamorosi e intendono in questo modo i rapporti d’amore e di amicizia (un accenno ai “trombamici” è stato inevitabile…)

Ma, la cosa non è poi così sconvolgente. E neanche l'accenno a ben 800 poliamorosi in Italia (su Facebook) di cui 400 attivi (che partecipano cioè a eventi e incontri). Un popolo, a quanto pare, in continua crescita.

Lei ha dichiarato: “Il fatto di avere relazioni multiple non ha niente di sbagliato”.

Ora, il concetto che ognuno possa scegliere liberamente come vivere le proprie relazioni, può andar bene. Se poi ognuno dei propri partner è al corrente di tutti gli altri, è sicuramente più dignitoso che non avere relazioni a tradimento.

Ma, a un certo punto dell'intervista, Jade si lascia andare sul desiderio di avere un figlio. Con uno solo dei partner ci sta pensando seriamente. E parla di una famiglia in cui i genitori e il figlio siano centrali, ma che poi si possa continuare entrambi sulla strada dei poliamori.

Allora ci chiediamo: la sua agenda è già strapiena e dev’essere organizzata day by day per non dimenticarsi i vari appuntamenti amorosi. Ma se poi, tra questi, deve inserire il pediatra, l’asilo o quant’altro: ci spiega come riuscirebbe a fare tutto? Senza contare il rischio di scambio d’impegni… E il coinvolgimento del figlio nella sua girandola di passioni.

Ecco il video:

 
© Riproduzione Riservata

Commenti