Sex & Love

Le teorie economiche applicate al dating online

Ecco come le regole del mercato possono aiutarti a interpretare le leggi del romanticismo

dating-leggi-economia

– Credits: Thinkstock

Qualche giorno fa è apparso sul Wall Street Journal un articolo dal titolo piuttosto curioso: How Nobel-Winning Economic Theories Can Help Your Online Dating , ovvero "Come le teorie che hanno vinto il Nobel possono aiutarti nel dating online". La firma è di Paul Oyer, professore di economia presso la prestigiosa Stanford University e autore del saggio Everything I Ever Needed to Know About Economics I Learned From Online Dating.

Il succo del discorso è di facile comprensione: affidarsi ai siti di incontro significa mettersi sul mercato, e ogni mercato si regge su precise regole economiche. Conoscerle, dice Oyer, può decisamente semplificarti la vita. Ecco, in sintesi, 3 cose da sapere se sei in cerca dell'anima gemella sul web.

Il sito: "Go big"
Opta sempre per una piattaforma di grandi dimensioni, in gergo economico il cosiddetto thick market – sebbene il Nobel Alvin Roth (2012) ritenga attualmente molto complicato creare dei "mercati di spessore". Mai come in questo caso vale la legge dei grandi numeri: più i "beni" sono numerosi e differenziati, maggiore sarà la probabilità di trovare quello che fa per te.

Il profilo: attento a cosa pensano le persone
George Akerlof, Nobel per l'economia nel 2001, ha usato il concetto della selezione avversa (noto in campo assicurativo) per costruire il "modello del mercato delle auto usate". In breve: non sapendo se si tratta di un bidone o di un'auto buona, gli acquirenti saranno più propensi a ritenere vera la prima ipotesi, a meno di non possedere informazioni contrarie al riguardo. Nel dating, i potenziali partner svilupperanno spesso pareri negativi in base a quello che scrivi. Per esempio: "separato" potrà essere facilmente interpretato come "amareggiato per il matrimonio fallito" piuttosto che "pronto a intraprendere una nuova relazione". Quindi, massima chiarezza quando racconti qualcosa di te stesso.

Il partner: non inseguire chimere
Dale Mortensen e Christopher Pissarides hanno vinto il Premio Nobel 2010 grazie agli studi sulle conseguenze economiche dei trade off nella ricerca e nell'offerta di un lavoro. La loro teoria evidenzia come le aziende eccessivamente esigenti e coloro che cercano impieghi troppo pretenziosi contribuiscano alla crescita della disoccupazione. Facendo un parallelo con il dating, è necessario sapersi accontentare per non rimanere "sentimentalmente disoccupati" vita natural durante. Se non vuoi cadere vittima della tirannia della scelta , smetti di pensare che ci sarà sempre qualcosa di meglio e inizia a porti nell'ottica che, viceversa, potresti trovare molto di peggio. L'accoppiamento perfetto non esiste, meglio farsene una ragione.

© Riproduzione Riservata

Commenti