Società

Rihanna è troppo sexy per Nivea

La popstar non doveva essere scritturata, parola del tycoon Stefan Heidenreich

Rihanna-troppo-sexy-per-Nivea_00

Svezia, giugno 2012: Rihanna live al Peace and Love Festival – Credits: Olycom

Capita a tutti di commettere degli errori, solo che alcuni costano molto cari: secondo Forbes, Rihanna è balzata al terzo posto nella classifica degli under 30 più ricchi grazie anche al contratto firmato con Nivea l'anno scorso; ma secondo Stefan Heidenreich quei soldi sono stati spesi nel modo sbagliato e siccome a parlare è il nuovo boss della multinazionale Beiersdorf, che possiede Nivea, qualche testa rischia di cadere.

Heidenreich è piuttosto chiaro: "Lo spot con Rihanna non doveva essere approvato. Non capisco come Nivea possa essere collegata con Rihanna, considerato che i valori di riferimento del marchio sono la fiducia, la famiglia e l'affidabilità".
Effettivamente, messa in questo modo la questione è sensata: se uno pensa alla cantante delle Barbaros è probabile che gli vengano in mente il sesso e la vita scatenata, più che un quadretto famigliare.

Ormai però la frittata è fatta: Nivea ha già sponsorizzato il tour mondiale di Rihanna, ha già utilizzato il suo volto (vedi immagine qui sotto) e la sua canzone California King Bed è già stata utilizzata come colonna sonora dello spot realizzato per celebrare i 100 anni della compagnia (vedi ancora più sotto).
Resta il rimpianto per i quattrini sperperati, ma anche un dubbio: e se invece la strana accoppiata fosse efficace?

Rihanna-per-Nivea.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti