"Re-cooking", l'arte del riciclo è perfetta anche in cucina
"Re-cooking", l'arte del riciclo è perfetta anche in cucina
Società

"Re-cooking", l'arte del riciclo è perfetta anche in cucina

Con un pizzico di ingegno anche gli avanzi del giorno prima diventano un’occasione da gurmet

La crisi globale ha stimolato la creatività di chi non rinuncia al bello e al buono. Nella moda, nell'arte, e anche nella gastronomia.

Specialista del "riciclo del gusto", Massimo Mariola, lo chef "Max" del Gambero Rosso Channel, si diverte a proporre ricette gustose per non sprecare gli avanzi della sera prima. "L'importante è scegliere sempre materie prime di qualità. Perchè buttare nella pattumiera quello che è ancora delizioso? Non sono più i tempi e poi oggi la "trasformazione", di qualsiasi materie, è di moda.

Mi sono ispirato, per alcune delle mie ricette "Re-cooking" che significa "rimettere in pentola" ma anche "riciclare", al lavoro di alcune creative e imprenditrici attratte dal concetto di moda e design rispettosi della natura e l'ambiente". Si chiamano "Re-nate", ritengono che oggi consumiamo e compriamo troppo buttando tutto: con il loro talento donano una seconda vita agli oggetti per evitare lo spreco. Io ho deciso di fare la stessa cosa in cucina perchè mi sembra veramente un peccato sprecare un tenero bollito, una pasta magari trafilata al bronzo con un sugo fatto in casa o dolci ancora fragranti. Con le ricette giuste ovviamente”.

Quindi con gli avanzi del giorno prima il pranzo è assicurato?

“Non solo il pranzo, ma anche l’aperitivo, l’afterhours e la cena a sorpresa. Pensate a quante volte all’ultimo minuto i vostri amici vi dicono che passano da voi e rimangono a cena. Se avete avanzi del giorno prima siete salvi! Anzi, per venirvi incontro vi lascio due ricette Re-cooking”, una salata ed una dolce".

POLPETTINE DI POLLO FRITTE

Ingredienti: 400gr di pollo avanzato già cotto. 3 fette di pan carrè, latte, erbette, un vasetto di yogurt magro, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, 60gr di parmigiano grattugiato, 3 uova, origano secco, farina limone e olio per friggere.

Per la salsa – unire lo yogurt magro non zuccherato, l’olio extravergine di oliva, l’origano secco e mescolare tutto con una frusta.

Preparazione – Frullare il pollo, aggiungere il pancarrè bagnato nel lette, le erbette, il parmigiano, un po’ di pepe e un uovo intero. L’impasto deve risultare compatto e morbido al tempo stesso. Fare le polpette, passarle prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto, nel pangrattato profumato con la scorza di limone grattugiata. Friggere in olio abbondante fino a quando la superficie non sarà dorata. Scolare e servire.

Varianti – Le polpette vengono benissimo anche con qualsiasi altra carne cotta: manzo, tacchino. Va bene anche il bollito. Al posto del pancarrè si può usare del pane raffermo bagnando la mollica con il latte. Al posto dello yogurt si può usare la panna acida. Per dare un’apparenza insolita alle polpette, usare come panatura i cornflakes frantumati.

 

ZUPPA INGLESE DI CROISSANT  

Ingredienti: 4 croissant, 1 tazza di cioccolato fondente da 100gr, crema pasticcera (fatta con 80gr di farina, 180gr di zucchero, 12 uova, la scorza di un limone, 1 litro di latte intero fresco) e la “bagna” (fatta con 300ml di acqua, 200gr di zucchero e 3 cucchiai di rum ambrato.

La crema pasticcera - Unire in una ciotola i tuorli, lo zucchero e la farina usando la frusta. A parte riscaldare il latte con la scorza di limone: appena bolle, spegnere il fuoco, togliere la scorza e unire il latte al composto mescolando velocemente. Rimettere la casseruola sul fuoco e farla bollire per un minuto. La crema è pronta.

La bagna – Mettere lo zucchero e l’acqua in una casseruola. Portare tutto a ebollizione e lasciare sul fuoco. Quando lo zucchero si è sciolto completamente, togliere dal fuoco e aggiungere il rum.

Preparazione – Mettere un po’ di crema sul fondo di un bicchiere cilindrico. Cospargere i croissant con la bagna, farli a pezzetti e stenderne una parte sullo strato di crema. Ancora uno strato di crema e poi uno di croissant ammorbiditi. Proseguire a strati alternati finendo con la crema e coprendo il tutto con scagliette di cioccolato.

Varianti – Per questa ricetta va bene anche il pan di spagna avanzato. Se non si ha il rum in fialetta da pasticceria va bene anche il rum in bottiglia ma è meno aromatico. Se non si hanno le scagliette di cioccolato mettere le codine per dolci.

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti