Tattoo Girls: i tatuaggi aiutano a trovare lavoro?

Belli son belli, sexy pure, ma possono essere d'ostacolo: lo dicono gli USA

Redazione

-
 

È tempo di crisi, il lavoro scarseggia e così fioccano le indagini su come trovarlo e tenerselo. I redattori della statunitense WRAL-TV hanno fatto il punto della situazione a proposito dei tatuaggi.
Primo dato: in media, il 20% delle persone ne ha almeno uno e nella fascia d'età che va dai 26 ai 40 anni la percentuale sfiora il 50%.
Dato numero due: se non sei una stella dello sport o della musica (o una modella, come quelle della gallery), i tatuaggi possono ostacolare la ricerca di un impiego, in modo particolare se è di tipo tradizionale. John O'Connor, boss di un'azienda specializzata nel consueling, dice che in base a un recente sondaggio il 76% dei responsabili delle risorse umane ritiene che un tatuaggio visibile sia poco professionale, e il 42% ammette di considerarlo un elemento a sfavore durante i colloqui di lavoro. Risultato: il 40% delle persone che rimuovono un tatuaggio, lo fa per ragioni legate alla sfera lavorativa.

© Riproduzione Riservata

Commenti