Oktoberfest, non solo birra

Anche l'occhio vuole la sua parte, al netto delle sbronze

Giacomo Loquace

-
 

È la festa della birra più grande del mondo, meta da sogno per tutti gli amanti del luppolo e, inutile negarlo, delle bevute eccessive. Nata nel 1810, l'Oktoberfest di Monaco vanta numeri da capogiro: in due settimane raccoglie 7 milioni di visitatori che giungono dalla Germania ma anche dai quattro angoli del pianeta.
Nel corso del tempo la kermesse è diventata talmente popolare da generare epigoni non solo in patria (vedi l'appuntamento di Berlino), ma anche al di fuori dei confini tedeschi: in Canada, Argentina, Stati Uniti, Brasile, Hong Kong e anche in Italia, a Genova. L'originale Oktoberfest resta però quella di Monaco di Baviera: l'edizione di quest'anno ha aperto i battenti il 21 settembre e chiuderà le danze il 6 ottobre. Accanto ai boccali traboccanti ci sono i costumi tradizionali e uno stuolo di bellezze sorridenti: è la stessa, fortunata, ricetta delle edizioni passate e la gallery aiuta a spiegare le ragioni del suo successo.

© Riproduzione Riservata

Commenti