Il fascino della divisa sportiva

Calcio, basket, pallavolo: il completo osé piace, tra realtà e fantasia

Giacomo Loquace

-
 

Ha suscitato una buona dose di curiosità l'iniziativa della squadra di basket femminile del Lussana Bergamo, neopromossa in Serie A3, che ha deciso per la nuova stagione di scendere in campo con una divisa alquanto bizzarra: canottiera, gonnellino e leggins. La novità, che dovrebbe esaltare le doti fisiche delle cestiste, non è stata accolta con piacere dalle giocatrici, che minacciano addirittura lo sciopero. Non è la prima volta che si sente parlare di completini hot nello sport femminile: dalla pallavolo al calcio, passando persino per il tennis tavolo, svariate discipline hanno provato almeno una volta a giocare la carta sexy, strizzando esplicitamente l'occhio al pubblico maschile. Le trovate, però, non hanno quasi mai avuto un seguito, soprattutto per il comprensibile ostracismo dimostrato dalle atlete. Anche perché, in fondo, la competizione è una cosa dannatamente seria, mentre per esaltare il lato sensuale dello sport bastano due cose: un fotografo con un po' di estro e una modella particolarmente procace. E il gioco è fatto.

© Riproduzione Riservata

Commenti