Ragazze

Cheerleader: Chicago Bulls

Michael Jordan non c'è più, ma le Luvabulls continuano a fare il proprio dovere

 

Difficile dire se negli USA ci sia un posto migliore per giocare a basket. A Chicago, infatti, la palla a spicchi è vissuta più o meno come una religione e il merito è da attribuire al grande Michael Jordan, che a cavallo degli anni '80 e '90 ha trasformato i Bulls una leggenda dello sport americano. Oggi, il nostro Marco Belinelli – che giusto qualche giorno fa ha incontrato i Denver Nuggets di Danilo Gallinari per un derby tutto italiano – può quindi essere fiero di vestire la mitica casacca bianco-rossa, consapevole che se anche non si dovessero ripetere i fasti di un tempo, ci sono due cose che nella "città del vento" non cambieranno mai: il calore del pubblico e la presenza delle Luvabulls, le uniche cheerleader d'America che, anche grazie alla loro bellezza, possono vantarsi di riuscire a prendere il toro per le corna.

© Riproduzione Riservata

Commenti