Anwar Hussein/Getty Images
Società

Principe Harry: "Ecco come ho affrontato la morte di mia madre"

Il fratello del futuro Re racconta come, per quasi 20 anni, abbia preferito rimuovere il trauma della scomparsa di Lady D

Aveva solo 14 anni il Principe Harry quando Lady Diana morì a Parigi il 31 agosto 1997. Tutto il mondo lo ricorda mentre, davanti a Buckingham Palace, con il fratello William, guardava i fiori deposti in omaggio alla principessa del Galles o mentre seguiva in corteo il feretro della sua mamma serbando una regale compostezza.

Ma quello che è accaduto dentro il cuore dell'allora ragazzino lo si scopre solo ora. Al Telegraph il fratello del futuro re ha spiegato di aver  "Messo sotto chiave tutte le emozioni per 20 anni".

Il principe, che ora insieme a Kate e William sostiene la campagna Heads Together per sensibilizzare l'opinione pubblica circa il tema della salute mentale dei giovani, ha dichiarato: "Mettevo la testa sotto la sabbia, mi rifiutavo di pensare a lei, ma perché questo avrebbe dovuto aiutarmi? Mi faceva solo sentire triste e non la riportava in vita".

Harry ha deciso di condividere adesso la sua esperienza per aiutare tanti ragazzi che hanno subito traumi simili al suo e ha raccontato come solo a 28 anni si sia deciso a chiedere aiuto a un terapeuta per affrontare i suoi mostri.

"Sono stato molto vicino ad un esaurimento in diverse occasioni", ha rivelato ammettendo che, proprio intorno ai 28 anni ha attraversato "Due anni di caos totale".

A convincere Harry della necessità di rivolgersi a un terapeuta è stato il fratello maggiore William che lo ha anche invitato a provare con la boxe "Per gestire l'aggressività e il desiderio di prendere a pugni qualcuno".

David Levenson/Getty Images
I funerali di LAdy D: il Principe Filippo, William, il fratello di Diana, Harry e il padre, Carlo
Ti potrebbe piacere anche

I più letti