Società

Pitti Uomo: il gentleman dall'eleganza ibrida

Il maschio oggi è libero e coraggioso di esprimere tutta la sua personalità attraverso un abbigliamento fatto di pezzi rock e un po’ militari, ma anche di uno chic sartoriale e sempre tecnologico 

 

La tendenza militare continua prepotentemente a mostrarsi sicura di se in barba all’età. Non solo, va a braccetto con pelle nera e metallo per un uomo ancora più macho. Forse perché il gentleman oggi ha bisogno di più sicurezze e la moda, in questo senso, vuole rassicurarlo sulla sua posizione dominante: in altri termini, la forza che non da la società, fortunatamente la conferiscono giacche, camicie e pantaloni. Sì, perché ora tocca al fashion far sentire l’uomo più mascolino.

Ecco allora sbucare tanti capi scuri, e neri in modo particolare. Non semplici pezzi anonimi, ma abiti grintosi e un tantino eccentrici. Alcuni esempi? Intanto non possono mancare un blazer in panno e una giacca di pelle, magari con qualche borchia e tocco in metallo richiamato anche sui pantaloni che si portano stretch quest’anno e “illuminati” da cinture anch’esse metalliche. Non è finita. Il tocco dark (ma pur sempre chic) viene anche da una tendenza che ricorda un po’ i telefilm degli anni Settanta, e cioè il dolcevita scuro sotto la camicia che riprende un giovane Micheal Douglas ne Le strade di San Francisco.

Insomma dall’edizione numero 85 di Pitti Immagine esce un uomo duro e forte ma anche romantico e sensibili, il perfetto mix tra Lou Reed e un centauro sulla sua Harley Davidson per intenderci, perché la personalità si esprime soprattutto con gli abiti.

Gli accessori? Di questi tempi non possono che essere ibridi. Ma non fraintendete: l’uomo 2014 cavalca tra la grande voglia di contemporaneità e il suo legame con le tradizioni più classiche. Ecco quindi che mocassini e stringate, così come postine e shopping bag, sorprendono attraverso l’accostamento di pellami pregiati accostati a tessuti tecnici, la francesina diventa scamosciata, la brogue inglese ha la suola ricavata da un pneumatico e il mocassino si ritrova con la suola blu.

Ma Pitti Uomo è anche sinonimo di ricerca e innovazione, soprattutto sui tessuti dei capispalla che rilanciano il made in Italy nel mondo. Ci si imbatte nella giacca-ombrello, ad esempio, che fa scivolare l’acqua fino a metà schiena grazie alle cinque punte; ai cappucci con visiere anti-pioggia; il parka è ancora di gran moda, ma è trattato Teflon e antisporco; le lane grezze diventano supertecnologiche e idrorepellenti mentre le famose bouclè tanto care a Chanel si trasformano in capi maschili antigoccia. Senza contare che con le saldature a ultrasuoni non si perdono più le piume. E nel taschino? Il cuscino per riposare in aereo naturalmente! Spuntano anche i jeans perfetti in jersey da fare invidia al lato B di Pippa Middleton e i calzini luminosi per chi va in bici in città o semplicemente si vuol far notare anche di notte.

E’ di scena il coraggio di osare…senza paura!

© Riproduzione Riservata

Commenti