Francesco Canino

-

"Sono in quel punto della vita in cui agisco come se avessi 21 anni e fossi all'inizio della carriera". Così Nicole Kidman si raccontava appena qualche settimana fa, a Cannes, ospite e giurata al Festival del Cinema 2017. Niente male per l'attrice australiana, che il 20 giugno festeggia i suoi primi 50 anni. Un compleanno speciale, che celebrerà lontana dai social network - ai quale è notoriamente allergica - e senza troppi clamori, in perfetto stile Kidman. Due matrimoni, quattro figli e un premio Oscar: per la diva del cinema, il bilancio del mezzo secolo di vita, tra successi lavorativi e privati (al netto del divorzio da Tom Cruise), è senza dubbio positivo.

LEGGI ANCHE: NICOLE KIDMAN A CANNES 2017

Nicole Kidman, i miei primi 50 anni

Aveva appena 14 anni quando, nel 1983, debuttò al cinema ottenendo il suo primo ruolo nel film australiano, Bush Christmas. Trentaquattro anni dopo, è ancora al vertice delle star più amate (e pagate) di Hollywood, abilissima com'è a surfare sull'onda del successo. Ha cominciato con la tv nei primi anni '80, poi nell'87 in Italia, girò Un'australiana a Roma con la regia di Sergio Martino. A lanciarla, nel 1989, è l'apparizione nel film Ore 10: calma piatta, con Sam Neill e Billy Zane ma il film della svolta è Giorni di tuono (nel 1990), dove interpreta una giovane neurochirurga innamorata di un conducente di vetture Nascar, interpretato dal suo futuro marito Tom Cruise.

LEGGI ANCHE: BIG LITTLE LIES, LA SERIE PRODOTTA DALLA KIDMAN

Da quel momento non si è più fermata, collezionando ingaggi importanti e ruoli che le sono valsi premi - come il suo primo Golden Globe per la sua interpretazione nel film noir Da morire - e critiche strepitose. Da Cuori ribelliRitratto di signora fino ad Eyes Wide Shut, nel 1999, non si è fatta mancare nulla. Nel 2002 si aggiudica il suo secondo Golden Globe e riceve la sua prima nomination al Premio Oscar alla miglior attrice per il film musicale Moulin Rouge! Oltre che attrice, da tempo si dedica alla produzione e con successo, basti pensare alla serie cult Big Little Lies, di cui è anche interprete. "In questa fase della mia vita sto cercando di essere più audace e aperta, provando a sostenere i film maker in cui credo", ha raccontato. 

LEGGI ANCHE: I 10 FILM PIÙ BELLI DI TOM CRUISE

I due matrimoni e i quattro figli

"Quando avevo 20 anni ero ambiziosa, ma confusa. I 30 sono stati anni di dolore e aggiustamento, salvati dal lavoro e dall’amore per i figli. Solo coi 40 ho iniziato a sentirmi davvero serena e a mio agio con me stessa", ha spiegato di recente Nicole Kidman. A dispetto dell'etichetta di algida e perfettina, l'attrice ha vissuto (e vive) intensamente emozioni e sentimenti. Non a caso ci ha messo parecchi anni a metabolizzare la fine del matrimonio con Tom Cruise: una favola apparentemente perfetta la loro, che si sgretola dopo 11 anni, nel 2001, anche a causa di Scientology. A tenerli uniti ci pensano però i due figli adottivi, Isabella e Connor

Dopo un flirt, confermato solo di recente, con Lenny Kravitz è nel 2006 che incontra l'uomo della sua vita e lo sposa. L'unione con il cantante country Keith Urban è solidissima, anche se i due devono affrontare parecchie difficoltà, compreso l'abuso di alcol del marito (poi superato) e diversi dolorosi aborti. Grazie all'inseminazione artificiale, nel luglio del 2008 partorisce Sunday Rose, poi nel dicembre 2010 arriva Faith Margaret, nata tramite madre surrogata. "Nella nostra famiglia ora regna l'armonia", confessa. 

Una lunga carriera da Oscar

Gus Van Sant e Sofia Coppola. L’attrice e produttrice australiana ha lavorato con alcuni dei registi più noti a livello internazionale, collezionando successi e ottime critiche. Vincitrice di un Premio Oscar come migliore attrice per The Hours, nel 2003 (più altre tre nomination all’attivo), tre Golden Globe (e otto candidature collezionate), un Bafta e un Orso d’Argento, non si può dire che non abbia una carriera più che blasonata. L'attrice è stata diretta tra gli altri registi anche da Ron Howard a Joel Schumacher, Alejandro Amenábar, Anthony Minghella, Baz Luhrmann, Rob Marshall, fino all’immenso Stanley Kubrick, che l'ha consacrata definitivamente nel 1999 con il film capolavoro Eyes Wide Shut. Ma oltre al cinema, c'è di più: impegnata come testimonial in diverse associazioni benefiche, dal 1994 è anche ambasciatrice dell’Unicef.

Nicole50, la maratona su Iris

Anche il canale Iris (22 del digitale terrestre) ha deciso di celebrare una delle dive di Hollywood più amate, con tre film d'autore in onda a partire dalla prima serata del 20 giugno: The Interpreter, Ritratto di Signora e DogvilleLa rete tematica free Mediaset diretta da Marco Costa omaggia così Nicole Kidman e la sua versatilità sul grande schermo, trasmettendo alcune pellicole che meglio ne mettono in luce tutte le doti. 

La maratona Nicole50 è arricchita da alcuni contributi firmati dalla giornalista Anna Praderio, che racconta la vita della protagonista della serie cult Big Little Lies, anche attraverso splendide e immagini di repertorio. Tra le altre, una parte inedita dell’intervista realizzata in occasione della presentazione di Ritratto di Signora, oltre ad alcune scene registrate durante il Festival di Cannes 2017, quando la Giuria - presieduta da Pedro Almodóvar - ha attribuito alla Kidman una Palma d’Oro ad personam

 


 



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Festival di Cannes 2017: Monica Bellucci, Nicole Kidman e le star più attese

L'attrice italiana, madrina della 70esima edizione, è già arrivata in città. Sulla Croisette parata di divi del cinema internazionale, da Robert Pattinson a Uma Thurman, da Jessica Chastain a Will Smith. Ecco i party e le feste più ambite

Sanremo 2016: Nicole Kidman e Roberto Bolle ospiti del Festival

Entro venerdì si decide sulla partecipazione di Gabriel Garko

Paddington, il film di Natale con un orsetto e... Nicole Kidman - Trailer

Tratto dalla serie di libri per bambini dello scrittore inglese Michael Bond, arriverà al cinema il 25 dicembre

Commenti