Barbara Massaro

-

Sette camere da letto, dodici bagni, angolo bar e persino una cappella privata a due piani e un caveau - galleria d'arte.

Sono i numeri di Villa Thriller la dimora dove Michael Jackson visse dal 2007 al 2009 quando morì.

Si tratta di una reggia di 2.255 metri quadrati costruita in una tenuta di oltre 7.000 metri a Las Vegas in Nevada.

In origine la villa si trovava in Messico dove, nel 1950, era stata edificata per volere di Horst Schmidt, proprietario di numerose sale cinematografiche.

Poi venne trasferita, pezzo a pezzo, in Nevada. Ora la villa è in vendita e per 8.5 milioni di dollari è possibile averla.

Da quando Jacko è morto, il 25 giugno 2009, la villa è stata trasformata in una sorta di santuario in suo onore. Tutto è stato lasciato come quando vi alloggiava Michael con quadri celebrativi della sua persona e un dipinto a grandezza naturale del cantante ritratto mentre siede su un trono.

La camera da letto del re del pop occupa un intero piano della casa ed è completamente circondata da specchi davanti ai quali Jacko provava le sue coreografie. Non manca il tunnel sotterraneo che permetteva a Michael di allontanarsi indisturbato quando i paparazzi si facevano troppo invadenti.

Dietro a Villa Thriller si cela anche un piccolo giallo: pare che proprio in questa casa Michael nascondesse la sua collezione privata d'opere d'arte di gran valore. Dopo la sua morte non è più stato possibile ritrovare le opere, né lì né altrove.



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Michael Jackson: "Thriller" è il primo album a vincere 33 dischi di platino

Il capolavoro del Re del Pop ha venduto solo negli Usa 33 milioni di copie. Ecco quali sono i 10 album più venduti di sempre negli Stati Uniti

Michael Jackson: cosa contiene il repack di “Off the wall”

Il box, da venerdì nei negozi, comprende il documentario di Spike Lee sull’album, il primo prodotto da Quincy Jones

Prince e Michael Jackson: così simili, così diversi

I due artisti, nati entrambi nel 1958, hanno dominato la musica degli anni Ottanta

Commenti